Ravello. Diamo un nome alla Sala Frau, il sondaggio di Nicola Amato

Ravello. Diamo un nome alla Sala Frau, il sondaggio di Nicola Amato . Dopo che è stato ridato al Comune, lo spazio gestito dalla Fondazione Ravello da 18 anni grazie a Secondo Amalfitano che lanciò la Fondazione , parte un sondaggio per l’utilizzo di un nome ex nome, ricordiamo che Frau era uno stilista che aveva disegnato delle poltrone a forma Ravello donate dall’architetto Filippo Allison, durante la gestione De Masi

UN PASSO ALLA VOLTA
La sala ex Frau restituita alla collettività.
Questa mattina il segretario della Fondazione Ravello ha consegnato l’immobile di Viale Wagner al Sindaco di Ravello.
Questo gesto di cortesia istituzionale pone le basi per una collaborazione ancora più stretta tra Comune, Regione e Fondazione e permette al Comune di Ravello di usufruire di un nuovo contenitore per attività sociali e culturali, aggregative e sportive. Un obiettivo dell’amministrazione comunale, ma anche di Ravello nel Cuore e mio personale, legato alla mia partecipazione in Fondazione, ma soprattutto un bel regalo per i ravellesi. Ora bisogna utilizzarlo al meglio e dargli un nuovo nome.
Con questo post vi chiedo di ipotizzare un nuovo nome da attribuire all’ex centralino telefonico, ex tennis ed ex sala sala Frau, oltre a volerne prospettare il suo utilizzo.

Commenti

Translate »