Positano. L’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo rimane chiusa nell’indifferenza totale. A rischio gli archivi di oltre mezzo secolo

Positano. Nella città verticale sta avvenendo qualcosa che molti non conoscono o fingono di non vedere. Stiamo parlando della storica e gloriosa Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo che, dopo circa mezzo secolo di attività, ora è tristemente chiusa e non ci sono segnali di riapertura. L’Azienda era già stata dislocata negli scorsi anni dalla sede centrale sulla Spiaggia Grande in un locale più piccolo ma continuava comunque a svolgere le sue funzioni, costituendo un punto di riferimento per i tanti turisti che ogni anno visitano la perla della costiera amalfitana.

Ora, invece, stringe il cuore vedere le porte dell’Azienda sempre chiuse dopo che il direttore è andato in pensione. E fa rabbia che non ci sia stata alcuna comunicazione sulla chiusura e nessun interesse da parte di chi avrebbe potuto in qualche modo intervenire.

Quello che preoccupa è il destino dei preziosi archivi custoditi all’interno dell’Azienda che racchiudono la storia del turismo di Positano negli ultimi 50 anni. Testimonianze di una Positano che meritano di essere salvaguardate e protette.

I locali dove attualmente ha sede l’Azienda passeranno probabilmente alla Regione ma ci auguriamo che gli archivi restino nella disponibilità dei positanesi.

Ci rifiutiamo di accettare che la storia del turismo di Positano di oltre mezzo secolo possa scomparire nel silenzio e nell’indifferenza totale.

Commenti

Translate »