Meta, spiagge libere solo ai residenti

Il sindaco Giuseppe Tito ha emanato l’ordinanza dopo l’incontro che c’è stato il 2 luglio con le forze politiche che fanno parte del Consiglio Comunale e con il Consorzio per trovare una soluzione (Link ordinanza)

 

Meta – Il sindaco Giuseppe Tito ha emanato l’ordinanza che l’accesso alle spiagge libere sarà solo ai residenti, a coloro che sono ospitati nelle strutture ricettive ed ai proprietari delle seconde case, sempre previa prenotazione.

Fino al 31 luglio è in vigore questa ordinanza che provocherà pesanti ripercussioni soprattutto quando i pendolari della tintarella raggiungeranno la Costiera avendo come destinazione finale gli arenili, specialmente da fuori della costiera sorrentina.

In essa sono chiarite alcune disposizioni, che “dal lunedì alla domenica tutte le spiagge destinate al libero accesso sono riservate ai residenti nel Comune di Meta, a coloro che sono ospitati nelle strutture ricettive ed ai proprietari delle seconde case, sempre previa prenotazione”.

Le limitazioni sono previste anche per i lidi che “dal lunedì al mercoledì l’accesso agli stabilimenti in concessione è riservato ai residenti nel Comune di Meta, a coloro che sono ospitati nelle strutture ricettive ed ai proprietari delle seconde case, sempre previa prenotazione”. Mentre “dal lunedì alla domenica l’accesso agli stabilimenti balneari è consentito a tutti coloro che sono possessori di tessera abbonamento presso gli stabilimenti balneari”.

E continua: “Dal giovedì alla domenica l’accesso agli stabilimenti balneari è consentito oltre che alle categorie indicate (residenti, clienti di hotel e b&b e proprietari di seconde case), a tutti gli utenti che abbiano effettuato prenotazioni”.

I portatori di handicap possono accedere ovunque e comunque.

Alla base dell’emissione della suddetta ordinanza numero 67 del 2 luglio, non solo è per ridurre il rischio che si diffonda il Covid-19, ma anche quello che accadde nell’ultimo weekend di giugno, quando alla spiaggia di furono degli assembramenti e dovettero intervenire i carabinieri e poi sulla stazione quando in molti non indossavano la mascherina e non mantennero  il distanziamento sociale.

Centinaia di persone che “giungendo attraverso i mezzi pubblici di trasporto (Eav, ecc.) crea disordine pubblico e soprattutto situazioni di pericolo sanitario a causa dell’inevitabile inosservanza delle misure di distanziamento sociale”, così spiega il sindaco Tito.

Il testo dell’ordinanza, oltre che agli enti preposti al controllo del territorio ed alle forze dell’ordine, è stato inviato anche all’Eav perché provvedesse ad avvertire l’utenza già prima che possa mettersi in viaggio verso la Costiera sorrentina.

Link ordinanza: https://meta.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/papca-ap?p_p_id=jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet&p_p_lifecycle=2&p_p_state=pop_up&p_p_mode=view&p_p_resource_id=downloadAllegato&p_p_cacheability=cacheLevelPage&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_downloadSigned=false&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_id=12625369&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_action=mostraDettaglio&_jcitygovalbopubblicazioni_WAR_jcitygovalbiportlet_fromAction=recuperaDettaglio

GiSpa

 

 

 

Commenti

Translate »