“Mare Sicuro 2020”: anche quest’anno prende il via la campagna di prevenzione e tutela della Capitaneria di Porto

Più informazioni su

“Mare Sicuro 2020”: anche quest’anno prende il via la campagna di prevenzione e tutela della Capitaneria di Porto. Anche quest’anno la Capitaneria di Porto della Campania ha lanciato l’operazione “Mare sicuro 2020”, un’operazione che vede impegnati, quotidianamente, in media 100 militari e 48 unita’ navali in navigazione in mare, di cui 24 mezzi veloci, i gommoni, per tutti i 523 chilometri della costa campana.

L’87% degli interventi finora effettuali ha portato al salvataggio di 87 persone attraverso il soccorso a 30 imbarcazioni – riferisce l’ammiraglio Pietro Giuseppe Vella, direttore marittimo della Campania, nel corso della conferenza della Direzione marittima per la presentazione dell’operazione “Mare Sicuro 2020″.

“La maggior parte di queste imbarcazioni soccorse – ha spiegato l’ammiraglio – erano fermi o perché in difficoltà o per cattive condizioni strutturali del mezzo. C’era chi imbarcava acqua, chi rischiava di affondare per i tubolari sgonfi del gommone – ha sottolineato – e altri ancora che sono stati soccorsi a causa di mancanza carburante”.

Da qui i consigli della Capitaneria di porto per “chiunque vada per mare, per professione o per diletto”: rispettare le regole di condotta, le norme di sicurezza con particolare riferimento per la dotazione sicurezza di bordo, certificazioni di bordo.

“Ci sono anche regole di buon senso ordinario – ha aggiunto – che non sono scritte, ma vanno rispettate come i controlli preventivi prima di lasciare il porto per verificare stato e condizione dell’imbarcazione e la presenza sufficiente quantità combustibile e il controllo delle condizioni meteo per l’intera giornata, perché, anche se siamo in estate, una burrasca può sempre verificarsi”.

E ancora: prestare molta attenzione in entrata e in uscita dai porti, “procedendo con Provenza e a bassa velocità”.

Anche quest’anno, ha ricordato l’ammiraglio, “e’ previsto il rilascio del bollino blu”, per favorire i controlli dei documenti di bordo e delle dotazioni di sicurezza”.

Tra le dotazioni della Capitaneria di porto anche un elicottero che consentirà il monitoraggio e il controllo dall’alto, in caso di necessita’. Particolare attenzione viene posta ai centri diving per la verifica del rispetto delle condizioni di sicurezza.

Attivo, inoltre, il numero blu 1530 per l’emergenza in mare.

Più informazioni su

Commenti

Translate »