L’Alpha Garden, oasi di convivialità e ottima cucina a Sant’Agnello foto

Sant’Agnello – La morsa pandemica che ha stretto l’Italia negli ultimi mesi si sta allentando e il desiderio di convivialità, complice la bella stagione, inizia a farsi sentire. Ieri sera abbiamo partecipato con entusiasmo all’inaugurazione dell’Alpha Garden, un green open spaces che i D’Esposito, proprietari dell’Hotel Alpha, hanno voluto offrire alla clientela. In un antico agrumeto sotto quella che noi chiamiamo “prevola“, vale a dire un pergolato fatto di pali di castagno che i nostri contadini da secoli installano tra le piante di limoni e arance per tenerle al riparo da vento e grandine, ha preso forma un apericena all’insegna dei prodotti tipici sorrentini e della saxophone music con diversi omaggi al grande Maestro Ennio Morricone recentemente scomparso. Ospite attento e premuroso si è dimostrato come sempre il direttore Pasquale De Gennaro, dall’alto della sua esperienza maturata in strutture ricettive di prestigio in Svizzera, a Roma e Capri ha guidato ospiti e collaboratori in un percorso enogastronomico all’insegna delle proposte finger food di prodotti del territorio di terra e mare. Ai fornelli c’era lo chef Aniello Aiello degno rappresentante di quella che oramai è una vera scuola dell’arte culinaria made in Vico Equense, che vede in Antonino Cannavacciuolo e Gennaro Esposito i più famosi interpreti. L’entrée realizzata con una “capresina”, mozzarellina in spuma di pomodoro, ha fatto da apripista a una deliziosa rollata di mozzarella con erbette fresche alla quale sono seguiti spiedini prosciutto melone e fiori di zucca, dunque è stato il nostro formaggio più rinomato a deliziare il palato degli ospiti declinato anche nei fritti ai quali è seguito un richiamo al mare con gustose cozze gratinare e deliziose alici dorate ripiene. I vini, prosecco e bianchi italiani, sono stati serviti da una brigata di sala che intendiamo ringraziare citandoli tutti perché se lo meritano: Gennaro Terminiello, Rocco della Pietra, Vittorio Astarita, Gelsomina Terminiello, Gerardo e Riccardo. La serata è poi proseguita a tavola con dei sapidi paccheri ripieni di provola, melanzane e basilico su fonduta di provolone del monaco ottimamente preparati dallo chef Aniello Aiello, come a dire, “offrire in un maccherone profumi e sapori di Vico Equense”. Ciò che mi preme sottolineare è che la scelta dei D’Esposito si è rivelata vincente, nonostante la lunga serie di accorgimenti e precauzioni igienico-sanitarie da adottare, la serata estiva trascorsa in questo tipico giardino  sorrentino offre alla clientela due necessità fondamentali al giorno d’oggi, l’aria salubre garantita dagli alberi, e l’open space per il distanziamento. Ci fa piacere aggiungere che in un momento così difficile per la nostra comunità ci sono ancora imprenditori che non hanno rinunciato a investire e creare posti di lavoro, questo è il vero modo sostanziale di dare forma reale alla cosiddetta ripartenza. L’appuntamento è per sabato prossimo, 11 luglio 2020, sempre all’Alpha Garden in viale dei Pini a Sant’Agnello questa volta in programma c’è una serata dedicata alle carni del maialino nero e a una selezione di formaggi nostrani, non vi rimane che prenotare per una serata all’insegna del relax e di quello che Ungaretti ancor prima di Mike Bongiorno riteneva l’ingrediente segreto per ogni ricetta o cena di successo: “Allegria” quanto basta.
di Luigi De Rosa

Commenti

Translate »