Castellammare di Stabia. Interdittiva antimafia per la ditta che si occupa delle luci votive dei cimiteri cittadini, appalto bloccato

Più informazioni su

Castellammare di Stabia. Ritornano sotto i riflettori i cimiteri cittadini, questa volta però non si parla di incuria od abbandono. A finire nell’occhio del ciclone è la società Lumir, che si occupava dell’illuminazione all’interno di entrambi i camposanti, quello vecchio e quello nuovo. Nella giornata di ieri a Palazzo Farnese è arrivata una nuova interdittiva antimafia della Prefettura di Napoli ai danni della società. Per la Prefettura la società sarebbe vicina agli ambienti criminali del napoletano. Il Comune aveva affidato da pochi mesi il servizio alla Lumir che si stava interessando in particolar modo dell’impianto delle luci votive, atteso oramai da tanto tempo. Ma a questo punto gli stabiesi dovranno aspettare ancora e non si sa fino a quando dato che, a seguito dell’accaduto, l’appalto è stato bloccato e la ditta non potrà più operare.

L’amministrazione comunale sta cercando di trovare una soluzione al problema e si ipotizza l’affidamento a breve dell’appalto alla ditta classificatasi seconda dopo la pubblicazione del bando. L’affidamento sarà ovviamente temporaneo perché la società Lumir ricorrerà al Tar contro la decisione presa della Prefettura. In caso di vittoria avrebbe chiaramente diritto a riottenere l’appalto dei lavori.

Nel frattempo gli stabiesi continuano ad aspettare che le tombe dei loro cari defunti possano essere illuminate dalle luci votive.

Più informazioni su

Commenti

Translate »