Vietri sul Mare, spiagge: dietrofront sull’accesso a pagamento. Ecco il piano per questa settimana

Dopo le polemiche sull’accesso alle spiagge libere a pagamento, che hanno travolto il comune di Vietri sul Mare, il sindaco Giovanni De Simone ha deciso di fare dietrofront. In merito al piano spiagge libere adottato dall’amministrazione comunale, nell’ambito dell’emergenza Covid, ed in considerazione delle polemiche scaturite rispetto al sistema delle prenotazioni e al pagamento di un euro a persona per l’accesso, si precisa che al momento c’è una proposta fatta dal Comune di Cava de’ Tirreni, la quale non è stata formalizzata. Al momento resta invariato il sistema di prenotazione.

“Per la questione del pagamento di un euro – spiega il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone – è una proposta di una somma simbolica per l’accesso alle spiagge libere del nostro comune. Un euro a persona che l’amministrazione comunale vorrebbe adottare per due diverse motivazioni: controllare le prenotazioni, riuscire a garantire maggiori servizi e maggiori controlli e quindi maggiore sicurezza in questo particolare momento di emergenza sanitaria, in cui vigono regole più restrittive per la tutela della salute di tutti. Il dispositivo adottato resta tale, partiremo questa settimana solo con le prenotazioni come banco di prova”.

Dopo la questione segnalata sui social dai non residenti, che hanno invocato anche il sostegno del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, il comune della Città della Ceramica dovrà rivedere i propri piani, tenendo anche conto anche del discorso di collaborazione che è stato intavolato con il primo cittadino cavese Vincenzo Servalli. Intanto da oggi sarà possibile prenotare l’accesso alla spiaggia libera al numero 3395366868 dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00. Per questa settimana, in via sperimentale, sarà solamente a prenotazione.

Commenti

Translate »