Vico Equense. Buoni spesa: sabato scade il bando

Più informazioni su

Vico Equense. Buoni spesa: sabato scade il bando.

Vico Equense – Fino a sabato prossimo le famiglie in difficoltà economica e tutti coloro segnati dall’emergenza coronavirus potranno fare domanda per i buoni spesa. L’amministrazione guidata dal sindaco Andrea Buonocore ha lanciato un nuovo bando così da accogliere e valutare tutte le ulteriori richieste che saranno formulate all’Ente. Priorità a chi è stato escluso dai primi contributi e ai lavoratori stagionali rimasti disoccupati. A oggi, i fondi del contributo ministeriale rimasti sono pari a 63.525,53 euro, sui 180 mila circa a disposizione del Comune di Vico Equense. Si va da un minimo di 100 euro a un massimo di 300 euro a seconda del nucleo familiare: 100 euro previsti per quello monoparentale, 150 euro per famiglie con due componenti, 200 euro per tre persone, 250 euro per quelli con quattro componenti e 300 euro con cinque o più componenti. L’intervento è da considerarsi una tantum, e il valore nominale di ogni buono è di 10 o 20 euro e potrà essere usato per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. Saranno ammesse solo le domande che recano la specificazione, in sintesi, della situazione lavorativa del richiedente e del suo nucleo familiare (prima e dopo le misure anti-Covid). Nella delibera approvata vengono specificati alcuni criteri. Innanzitutto sì chiarisce che «la misura è rivolta a coloro che pur avendo presentato domanda sono stati esclusi per mancata indicazione della propria situazione lavorativa a seguito del lockdown». Mancato rinnovo assunzione, licenziamento, chiusura attività, impossibilità di svolgere lavori saltuari e mancata erogazione di misure di sostegno al reddito. Non finisce qui. Perché i bonus alimentari riguardano anche coloro che a seguito dell’attivazione della fase due non sono stati riassunti come stagionali o ad altro titolo, «o comunque non possano più svolgere l’attività che prima della pandemia era fonte di sostegno della famiglia». Saranno ammesse soltanto le domande che recano la specificazione della situazione lavorativa del richiedente. Si terrà in esclusiva considerazione le istanze di chi non abbia beneficiato dei buoni spesa pasquali legati alla stessa misura e a un bando simile. Oltre a questo, per aspirare a ottenere il bonus, bisogna essere residenti alla pubblicazione dell’avviso, non avere disponibilità economica per fronteggiare le esigenze del proprio nucleo familiare e non beneficiare di reddito di cittadinanza, Rei, Naspi e altri ammortizzatori sociali per un importo mensile uguale o superiore a 500 euro. La richiesta di accesso al beneficio deve essere redatta esclusivamente secondo la modulistica reperibile sul sito internet dell’amministrazione comunale si può presentare fino a sabato prossimo inviandola compilata attraverso mail protocollo@pec.comunevicoequense.it
Sarà ammessa una sola istanza per famiglia e le domande verranno esaminate a scorrimento dei richiedenti aventi diritto secondo l’ordine cronologico di arrivo dando priorità a coloro che non sono assegnatari di alcun tipo di sostegno pubblico.

Più informazioni su

Commenti

Translate »