Scala, la minoranza: “Ci hanno bocciato il fondo per gli stagionali” – VIDEO

Alla vigilia della manifestazione dei lavoratori stagionali, che c’è stata domenica scorsa ad Amalfi, il gruppo di minoranza Progetto Scala ha esposto in un video una delle questioni riguardante l’ultimo consiglio comunale di Scala, che si è tenuto giovedì 28 maggio. Dopo circa quattro mesi, i consiglieri Antonio Ferrigno, Massimiliano Bottone Gerardo Apicella, si aspettavano di discutere del futuro della Città del Castagno dopo l’emergenza Covid.

“Possiamo dire che in questa fase, noi partiamo tutti da un punto zero, sia a livello turistico, sia a livello personale che a livello lavorativo, quindi queste sono opportunità da prendere al volo, soprattutto per i paesi come il nostro – spiega Ferrigno – dove possiamo avere uno slancio maggiore rispetto ad altri che lo hanno già di loro come Ravello, Amalfi e Positano. Noi dobbiamo cercare di mettere in campo, in questo momento, tutte le nostre forze per creare situazioni, posti di lavoro e opportunità per i nostri cittadini”.

“Noi abbiamo fatto diverse proposte, che abbiamo sottoposto all’amministrazione e al sindaco – racconta il capogruppo di Progetto Scala – ci aspettavamo almeno in questa sede di vedere un punto all’ordine del giorno comunicazioni del sindaco, dove si prospettava un qualcosa a favore dei cittadini, fatto dal nostro comune: è stato fatto tanto dalla Regione Campania, è stato fatto tanto dallo Stato, se non tantissimo perché molti sono rimasti fuori, ma proprio per questo motivo molte categorie sono rimaste fuori come ben sappiamo e stiamo lottando in questa direzione, sia per i lavoratori stagionali, sia per le commesse, gli NCC e tutte le categorie rimaste fuori per questo codice sbagliato. Non abbiamo visto nulla”.

“Avevamo proposto all’inizio della pandemia un fondo salva stagionali – aggiunge poi Ferrigno – dove all’interno potevano esserci tutto quello che poteva il comune percepire dai cittadini e metterlo a disposizione dei lavoratori stagionali, che in futuro avranno molti problemi, se non già adesso: è stato bocciato il fondo. Voglio ricordare che ci sono molti lavoratori anche all’interno dell’amministrazione, anche tra di noi ci sono molti lavoratori, ma questo non è stato preso in considerazione. Non sappiamo il motivo, ma è stato bocciato. Abbiamo fatto tante altre proposte riguardanti gli aiuti ai cittadini: i lavoratori non si aiutano soltanto attraverso dei fondi elargiti da Stato, Regione o Comune, ma anche dalla riduzione e rateizzazione delle tasse”.

In quest’ultimo senso, Progetto Scala propone di rivedere le tariffe della Miramare Service, società che gestisce l’igiene urbana, chiedendo di fornire agevolazioni a imprese e cittadini, per il quantitativo di rifiuti quasi nullo prodotto nel corso della Fase 1, visto che alberghi, case vacanza, b&b e tante altre attività commerciali sono rimasti chiusi. Tutte le proposte sono state bocciate a detta di Ferrigno, persino quella per gli agricoltori che prevedeva l’istituzione di mercati agricoli per la produzione locale. Nel video poi si fa un invito a partecipare alla manifestazione del 31 maggio, per sostenere gli stagionali.

“Noi l’abbiamo già fatto, l’abbiamo fatto all’inizio della pandemia, attraverso una richiesta del fondo salva stagionali. Proposta che è stata bocciata – dice Ferrigno – dall’intera maggioranza, dove all’interno della maggioranza ci sono molti lavoratori stagionali. A noi questo veramente ci fa strano, non è possibile bocciare una proposta a sostegno dei lavoratori stagionali e fare dopo delle campagne a sostegno”.

Commenti

Translate »