Salerno. Nuova vita per l’Arechi Multiservice, gestione in utile

Più informazioni su

Salerno. Nuova vita per l’Arechi Multiservice, gestione in utile. Società partecipate, la nuova vita dell’Arechi Multiservice. A un passo dal fallimento nel 2016, con una mole debitoria di 7 milioni di euro, la società in house della Provincia, che si occupa di strade e scuole, chiude in attivo il bilancio 2019 e incassa nuove commesse. Con alla guida l’amministratore unico Alfonso Tono, l’Arechi spa volta finalmente pagina a due anni dal concordato preventivo che ha consentito il salvataggio e il mantenimento dei 100 posti di lavoro. Ieri l’assemblea, a Palazzo Sant’Agostino, che ha approvato il bilancio d’esercizio 2019 che si chiude come il precedente con 900 mila euro di utili – e ha proceduto al rinnovo delle cariche sociali, riconfermando amministratore unico Alfonso Tono, commercialista di San Marzano sul Sarno. «Oggi commentiamo un risultato storico. Con l’omologa da parte del Tribunale che sancisce la bontà del nostro piano industriale possiamo voltare finalmente pagina» commenta Tono. «Ora siamo pronti ad onorare gli impegni continua l’amministratore unico perché è grazie ai centinaia di fornitori che hanno creduto in noi che oggi possiamo godere del risultato raggiunto. La società ha oggi recuperato per intero il suo patrimonio netto e guarda con fiducia alle sfide che verranno». Nuove commesse per l’Arechi che sta cambiando pelle. Oltre alla manutenzione su strade provinciali e scuole della Provincia la società si occupa ora anche di ripristino della viabilità post-incidente e di istruttoria autorizzazione pozzi. La firma della nuova concessione da parte del socio unico è in calendario per la settimana prossima, annuncia Tono soddisfatto per la riconferma per il prossimo triennio. «La società è oggi una realtà finalmente tornata solida commenta – con molte prospettive e ambiziosi progetti». Cambio di passo anche per l’altra società provinciale, Ecoambiente, la spa in liquidazione che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti solidi urbani. Ieri il passaggio ufficiale dalla Provincia all’ente d’Ambito Salerno, con l’acquisizione formale delle quote societarie, in attuazione delle legge regionale sui rifiuti.
LA RAZIONALIZZAZIONEAlla società sarà conferito in «House Providing» la gestione di impianti, siti, e servizi connessi, quale soggetto unico per l’Ato Salerno. «Un processo fondamentale» spiega Giovanni Coscia, presidente Ato «sia per la razionalizzazione dei servizi, in un settore che da anni ha visto proliferare una frammentazione non più sostenibile, che per la verifica sull’attività della società, che passando sotto il controllo Eda, è di fatto soggetta alla «vigilanza» dei 161 Comuni, che l’ente d’Ambito rappresenta».

Fonte Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

Translate »