per la Salernitana Quattro trasferte,le più “ostiche” a Chiavari e Pordenone: club granata organizza spostamenti

Più informazioni su

    Tra le novità del calcio ai tempi del coronavirus c’è sicuramente l’organizzazione delle trasferte. Gli spostamenti per le partite fuori casa non potranno più essere “liberi” come prima, ma prevederanno una serie di accorgimenti da seguire durante tutto l’arco della trasferta. La Salernitana, sul suo cammino, ha quattro partite da giocare lontano dall’Arechi: la prima con la Virtus Entella, poi ad Ascoli, a Crotone e infine alla Dacia Arena di Udine contro il Pordenone (gara che potrebbe essere giocata a Trieste). Quattro trasferte per un totale di 4650 chilometri da percorrere per la Salernitana come evidenziato da Marco Calabresi sulle colonne de La Gazzetta dello Sport: in Serie B la squadra che dovrà viaggiare di più è il Trapani con un totale di 9112 chilometri mentre la Juve Stabia– che jha sul suo cammino i derby di Benevento e Salerno – percorrerà “solo” 3252 chilometri e sarà così la squadra che dovrà viaggiare meno.

    Nella giornata di lunedì la Lega B pubblicherà il programma delle gare dettagliato, un elemento

    indispensabile per organizzare le trasferte. Il protocollo suggerisce di viaggiare in autobus ma in alcuni casi (come le partite con Entella e Pordenone) non sarà semplicissimo seguire questa indicazione. Se per queste trasferte il club granata optasse per il treno, sarebbe necessario precettare una carrozza intera da igienizzare prima e dopo, evitando contatti con gli altri passeggeri e concordando con la Polizia Ferroviaria un percorso personalizzato per l’accesso al vagone. Per gli spostamenti aerei invece sarebbe necessario organizzare un charter. L’aeroporto di Pontecagnano consentirebbe di partire comodamente ma questa sarebbe la soluzione più costosa. Ogni viaggio  – andata e ritorno – ha un costo di almeno 25mila euro. Intanto piccola curiosità legata ai palloni: ieri la Lega B ha comunicato alle società di fare attenzione nel preservare i palloni. Fino al termine della regular season lo sponsor tecnico del campionato non sarà in grado di assicurare forniture aggiuntive rispetto a quelle di inizio stagione.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »