Quantcast

Parco Regionale Monti Lattari, legittima la nomina di Dello Joio secondo il Tar

Si conclude la vicenda del ricorso sulla legittimità della nomina di Tristano Dello Joio a presidente del Parco Regionale dei Monti Lattari. Il Tar della Campania respinge i dubbi sull’esperienza in campo ambientale e turistico del numero uno dell’Ente, sollevati dall’associazione ambientalista Italia Nostra Onlus, all’interno di una questione che ha visto protagoniste anche la Regione Campania e Wwf Italia, con quest’ultima che ha rinunciato al procedimento.

Come riporta Metropolis è legittima quindi la scelta della Regione, con Dello Joio che fu nominato nel 2017 per la sua “esperienza maturata nell’indirizzo e gestione di enti e strutture private di rilevanti dimensioni”. I risultati ottenuti nella promozione della montagna e dei sentieri si vedono sotto gli occhi di tutti, basta guardare ai record di presenze sul Monte Faito che si rinnovano ogni anno.

“Il Faito ha dimostrato di essere fuori moda – prosegue Dello Joio – in un momento in cui tutto il comparto turistico è fermo, la nostra montagna registra numeri record nonostante le norme anticontagio. Faito è l’icona del nostro parco e la testimonianza che grazie alla sinergia tra enti, ringrazio Eav per l’attività continua della Funivia, tutto è possibile”.

“Siamo gli unici al mondo ad offrire una funivia che dal livello del mare sale a 1.100 metri di altezza – ha aggiunto il presidente del Parco – siamo gli unici ad offrire boschi e sentieri che rientrano contemporaneamente nelle aree Sic di interesse comunitario, nella Rete Natura 2000 e sono classificate come zone di protezione speciale (Zps). Il Parco nel 2003 è nato proprio per proteggere queste ricchezze e noi lo stiamo facendo giorno dopo giomo”.

Commenti

Translate »