Quantcast

Capri, illeciti nel settore dei trasporti: scattano le misure cautelari

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di un dirigente della Città Metropolitana di Napoli e di due imprenditrici operanti nel settore dei trasporti, riguardanti in particolare l’isola di Capri.

I reati ipotizzati – come scrive Giuseppe Spasiano – sono quello della corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio e quello del falso ideologico commesso da un pubblico ufficiale. Contestualmente all’esecuzione dell’ordinanza la Polizia Giudiziaria ha eseguito numerose perquisizioni.

È stato disposto l’obbligo di presentazione a Giuseppe De Angelis che è indagato in ordine alle seguenti ipotesi di reato di corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio di cui agli articoli 319 – 321 codice penale e di falsità ideologica commessa da un pubblico ufficiale in atti pubblici di cui all’articolo 479 codice penale.

Mentre Roberta Ramona Mazzarella indagata per corruzione di un pubblico ufficiale per un atto contrario ai doveri di ufficio di cui agli articoli 319 – 321 codice penale e falsità ideologica commessa da un pubblico ufficiale in atti pubblici di cui all’articolo 479 codice penale.

In ultimo c’è il divieto di dimora nel Comune di Capri per Anna La Rana, indagata in ordine all’ipotesi di reato per corruzione di un pubblico Ufficiale per un atto contrario ai doveri di ufficio di ufficio di cui agli articoli 319 – 321 codice penale.

Commenti

Translate »