Le rubriche di Positano News - CulturaNews di Maurizio Vitiello

Campobasso. Molise, Arte Contemporanea. I segni espansi nei tragitti universali di Antonio Corbo. foto

Più informazioni su

    Articolo di Maurizio Vitiello – I segni espansi nei tragitti universali di Antonio Corbo.

    L’artista molisano Antonio Corbo, con una lunga e proficua attività artistica alle spalle e con lunga teoria di numerose mostre in Italia e moltissime all’estero, ha sempre riscosso notevole successo.
    Con precisa e particolare attenzione, si muove su coordinate, estremamente, attuali e riesce con scatti e nevralgiche azioni a intessere atmosfere di richiamo planetario.
    La ricerca della dinamicità sviluppa ritmi convincenti di battute cromatiche essenziali. L’espansione dello spazio lo affascina molto e analizza i motivi di un futuro possibile, come in quest’ultima opera del 2020, inedita, “Aurora boreale”, acrilico su tela, cm. 40×50.
    Pittore e poeta, è presente sulla scena artistica italiana già dagli anni ’60, frequenta il Centro d’Arte CADAIM di Roma e i circoli artistici della sua città.
    Il suo è un linguaggio calibrato, stilistico-formale, libero da pressioni e contaminazioni della Post-avanguardia, un’indipendenza che traduce anche sul piano dei felici contenuti, con una spiccata tendenza alla sperimentazione e alla ricerca analitica.
    Riproduce, nel periodo giovanile, tematiche storico-politiche e sociali con una pittura e un disegno dal taglio espressionistico e con figure, fortemente, introspettive.
    L’inversione di tendenza operata negli anni ’80 e ’90 lo porta a sperimentare il paesaggio con profili arditi e trasfigurazioni immaginarie.
    Negli anni 2000 opera una sintesi figurativa, estromettendo la forma dalla realtà fisica e approdando, così, all’astrazione e al concettuale.
    L’essenza più intima del reale è indagata attraverso sperimentazioni materiche e prove gestuali.
    L’interesse per la natura volge alla visione di mondi sconosciuti, lontanissimi: il Big-Bang e le teorie del cosmo diventano protagonisti di un dettagliato percorso espositivo che l’artista conduce con successo.
    Corbo immagina forme di vita primordiale, spazi cosmici e siderali tradotti in lavori carichi di materia, che guidano l’osservatore oltre la percezione bi-dimensionale.
    L’artista ha esposto nelle maggiori capitali europee e in molti contesti internazionali (New York, Washington, Istanbul, Shanghai).
    Numerose le mostre con gli Istituti Italiani di Cultura.
    Le sue liriche sono state pubblicate in collane, premi letterari e nei cataloghi d’arte.
    Continua la sua attività, dividendosi tra Campobasso e Napoli.

    Maurizio Vitiello

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »