Agerola/Pimonte, rifiuti pericolosi sul sentiero della Palombella

E’ la strada che, attraverso i sentieri, conduce dal traforo La Palombella verso il monte Pino, abbracciando i comuni di Agerola e Pimonte. Come scrive Carlo Cafiero per Metropolis, questo è un percorso molto ambito quotidianamente dai tanti runners dei Monti Lattari, che si allenano in una delle più belle ricchezze naturalistiche del territorio.

Sono diverse le segnalazioni giunte alle forze dell’ordine, in relazione all’abbandono di rifiuti di varia natura, come elettrodomestici e pneumatici di automobili: questo è lo spettacolo a cui assistono le persone che si allenano o si dilettano in una rilassante passeggiata.

“E’ uno scempio — afferma un giovane residente a Pimonte, intervistato da Metropolis — cerchi di rilassarti e respirare aria pulita, invece sei costretto ad imbatterti in cumuli di rifiuti, che hanno trasformato una delle più belle stradine montane del comprensorio in piccole discariche abusive di rifiuti. Le scene viste dal sottoscritto e da altri runners si commentano da sole. Purtroppo il Covid-19 non è riuscito a cambiare l’essere umano, anzi forse l’ha cambiato addirittura in peggio”.

Un allarme, quello dell’abbandono indiscriminato di rifiuti, che continua dunque a toccare le comunità di Agerola e Pimonte. Appena pochi mesi fa infatti, poco prima dell’emergenza coronavirus, numerose furono le segnalazioni relative alla presenza di mini-discariche sulla provinciale 366 agerolina.

 

 

Commenti

Translate »