USA, afroamericano muore soffocato dagli agenti: è rivolta globale. Trump: “Sarà fatta giustizia” – VIDEO

Più informazioni su

Centinaia di persone sono scese in piazza a Minneapolis per manifestare contro la morte di George Floyd, un afroamericano morto soffocato dopo che un poliziotto gli ha tenuto premuto il ginocchio per sette minuti sul collo. Tensione con la polizia. Gli agenti, incalzati dall’avanzata dei manifestanti, sono ricorsi al lancio di gas lacrimogeni.

Generico maggio 2020

“Lasciatemi, non riesco a respirare”: sono le ultime, drammatiche parole di Floyd. L’uomo è stato blocato da un agente di polizia che gli ha tenuto premuto il collo con un ginocchio.  L’intera sequenza è stata filmata da una passante in un video shock che ha scosso gli Stati Uniti e tutto il mondo. Secondo le prime ricostruzioni, una pattuglia di agenti era stata allertata per la presenza di un uomo in un’auto che sembrava sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Giunti sul posto, i poliziotti hanno intimato all’uomo di scendere dalla vettura, ma questo ha cominciato ad opporre resistenza. Gli agenti lo hanno così bloccato a terra e, mentre cercavano di ammanettarlo, uno di loro gli ha tenuto premuto il collo con un ginocchio. “Per favore non riesco a respirare”, si sente nel video. L’uomo implora più volte gli agenti ma invano, anche se visibilmente in sofferenza. Quando arriva l’ambulanza, è troppo tardi: morirà poco dopo.

Lanci di sassi e di bottiglie contro la polizia e alcuni negozi saccheggiati nella seconda serata di proteste a Minneapolis, dove centinaia di persone hanno manifestato davanti al commissariato di polizia a cui appartenevano i quattro poliziotti licenziati e accusati di aver ucciso George Floyd, un afroamericano di 46 anni.Altre centinaia di persone si sono ritrovate davanti all’abitazione del poliziotto immortalato in un video in cui si vede che soffoca Floyd premendo sul suo collo con un ginocchio.

Intanto, Donald Trump ha chiesto al Dipartimento di Giustizia e all’Fbi di accelerare le indagini sulla morte di George: “Giustizia sarà fatta!” ha twittato, definendo l’episodio “molto triste e tragico”.

Il video è virale, e lo riporta il telegiornale statunitense Cbs Evening News.

Più informazioni su

Commenti

Translate »