Positano, fine del lockdown ma la normalità è ancora lontana. De Lucia: “Confini chiusi uccidono il turismo” segui la diretta

Un giorno importante per tutta Italia, ma che non segna di certo la fine di un’emergenza economica, sanitaria e sociale che ancora è in corso. Abbiamo fatto un giro per la nostra amata Positano, riscontrando come effettivamente il lockdown sia finito, ma tantissime attività non sono ripartite. Non ci sono le condizioni economiche per poter ripartire e così molte attività hanno deciso di rinviare la loro apertura: c’è chi parla di giugno, chi di luglio, ma c’è tantissima incertezza.

Una situazione davvero anomala e triste che, però, deve assolutamente guardare ad un cambio di rotta. Abbiamo ascoltato nuovamente il sindaco Michele De Lucia: “Non è possibile far ripartire il paese se il nostro governatore regionale parla di confini ancora chiusi. E’ assurdo non aprire neanche i confini verso abitanti di regioni che sono state persino più virtuose della nostra, regioni che contano pochissimi contagi. Non capiamo il senso di questa presa di posizione, forse è solo demagogia, che uccide però il turismo. Se non si riaprono i confini, Positano non riuscirà a ripartire; è inutile far riaprire qui se poi non può venire nessuno, neanche dall’estero”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »