Furore, il sindaco Milo in risposta alla minoranza sull’emergenza covid: “Sciacallaggio politico scandaloso”

A proposito dell’articolo comparso su Positanonews: Furore, su emergenza Covid Marchese bacchetta la maggioranza: “Ignorate tutte le nostre proposte”. Ecco la risposta del sindaco di Furore, l’avv. Giovanni Milo.

Mi meraviglia che, qualcuno abbia il coraggio di lamentarsi di come sia stato gestito il periodo emergenziale a Furore. Finalmente dopo 4 mesi hanno messo la testa fuori, si badi non per fare proposte ma per fare un poco di “ammuina”. Dove erano questi “illustri sconosciuti” quando in piena emergenza si è tenuta la barra diritta e si è incessantemente lavorato per garantire la sicurezza e la salute dei cittadini? Ma io non li ho visti…non pervenuti. Anzi si…proprio nel periodo emergenziale di maggiore intensità quando si rincorrevano provvedimenti governativi e regionali continui qualcuno chiedeva con insistenza perché non funzionasse qualche lampadina. Dove sono stati questi personaggi durante tutto il periodo emergenziale? Dietro una tastiera a sputare veleno di ogni tipo.

Ma veniamo a quelle che vengono considerate le proposte fatte e non accolte.

– La possibilità di adibire l’ex asilo Maria Cillis ad ambulatorio pediatrico in questi ultimi tre mesi è qualcosa di improponibile. Ci si dimentica che negli ultimi tre mesi di lock down tutte le attività anche edilizie sono state sospese e che c’era addirittura il divieto di uscire di casa al fine di garantire la salute pubblica e la necessità di evitare i contagi? Polemica strumentale e insensata. Svetta comunque ancora un poco di confusione. Nella nota del 31 Marzo 2019 si chiedeva il ripristino dell’ambulatorio pediatrico della scuola elementare” Vincenzo Florio”. Poi con un cambio di rotta dopo circa 2 mesi si vuole il laboratorio pediatrico nell’ ex asilo. Un poco di coerenza non guasterebbe. Rispetto poi a quello che si riteneva essere un ambulatorio pediatrico non siamo ricorsi ad un semplice comunicato ma abbiamo fatto una delibera di giunta in piena osservanza dei disposti normativi vigenti. E non solo. Si è provveduto, tra l’altro ad immediatamente sanificare gli edifici pubblici tra quali la scuola e i locali del comune nonché a cura della ditta dei rifiuti i luoghi di maggiore affluenza e di deposito dei rifiuti. Successivamente ad opera dell’Asl si è provveduto alla sanificazione integrale di tutto il territorio comunale. Il comune di Agerola ha finanziato la sanificazione delle aziende aperte al pubblico? Qualcuno dimentica che il nostro comune ha risorse minori di quelle di Agerola. E poi vorrei chiedere. Quali aziende aperte ci sono state a Furore durante il periodo emergenziale? La risposta mi sembra banale, ma purtroppo vi è qualcuno al quale va spiegato lentamente. Ci siamo puntualmente affidati alle circolari e alle comunicazioni ufficiali che ci sono pervenuti dagli enti nazionali e regionali che ci dettavano i comportamenti da adottare e le misure da intraprendere, che abbiamo scrupolosamente adottate, per la salute di tutti noi. Mi sembra che il risultato allo stato, con la preziosa collaborazione della cittadinanza e delle forze dell’ordine ed in particolare dei Carabinieri di Amalfi, che ancora una volta ringraziamo per la collaborazione costante, preziosa ed insostituibile, sul territorio comunale, sia più che lusinghiero. Non registriamo al momento nessun contagio e i circa 40 tamponi effettuati alle categorie più esposte hanno dato esito totalmente negativo. Questo modo di fare sciacallaggio politico, sulle paure di tutti raccontando frottole è francamente scandaloso, fuorviante e rasenta probabilmente una condotta penalmente rilevante. Sul fantasioso rifiuto ad incontrare la minoranza e sulla presupposta scarsa considerazione delle proposte. Ancora una volta una mistificazione della realtà. Personalmente non ho visto né sentito alcuno di questi “predicatori di inutili consigli” per tutto il periodo di emergenza sanitaria. Ci hanno contattato centinaia di persone e con tutti ci siamo confrontati e a tutti abbiamo dato puntuali risposte. Questi “cantastorie del nulla politico” hanno inviato una sola richiesta scritta unicamente il 31 Marzo ultimo scorso, con considerazioni su provvedimenti che si erano già adottati o da non adottare. Ricordiamo che nel corso dell’emergenza e quando ci si doveva preoccupare della  salute pubblica abbiamo dovuto rispondere a interrogazioni inutili, alle volte anche insensatamente ed immotivatamente replicate e condite delle più becere offese. Mai una telefonata, mai una fissazione di incontro, mai una proposta seria. Dopo più di un mese dall’inizio dell’emergenza si sono ricordati che qualcuno stava lavorando incessantemente anche per loro. Questo sì che è vergognoso!! E poi dal 31 Marzo silenzio di tomba. “Complimenti per l l’assidua preoccupazione della salute pubblica.” Veniamo alla gestione dei buoni spesa. Abbiamo adottato nei tempi previsti il migliore provvedimento in merito. Nonostante le poche risorse destinate al nostro Comune (circa 5800 euro) abbiamo ricevuto tante domande tutte ritualmente e rapidamente evase. Quale dispersione di risorse andate predicando. Non sapete nulla di quanto è stato fatto. Dunque perché non vi informate? Quale malcontento nella popolazione? Balle su balle. Veniamo alla pulizia delle strade dei sentieri. Ennesima dimostrazione che non vivete il territorio. Non appena è stato possibile il lavoro di pulizia delle strade dei sentieri è ripreso. Pubblico le foto di quanto fatto in pochi giorni. Si continuerà nei prossimi in collaborazione con la ditta. La spazzatrice da un anno è in funzione e pulisce le strade. Non ricordo qualcosa di simile prima. Il Fiordo è sempre sottoposto ad attenzione continua e chi ha provveduto a chiuderlo oggi si lamenta di chi lavora incessantemente per la riapertura. Anche la lamentela sulla Praia è destituita di fondamento. Il Sindaco in persona si è recato domenica mattina sul posto per provvedere alla momentanea interdizione della spiaggia libera e ha provveduto anche personalmente alla pulizia dell’arenile. Chiedete agli operatori del luogo. Ho ricevuto rassicurazioni dal Sindaco del Comune di Praiano che i lavori in corso, ricominceranno a breve, dopo il periodo di blocco emergenziale. Quindi alcun paventato disastro ma attenzione costante e maniacale alla tutela della salute pubblica alla manutenzione del territorio comunale e alle esigenze dei cittadini. Il resto sono solo fandonie.

Tutto quanto innanzi da coordinare con la gestione ordinaria dell’amministrazione pubblica. E con personale ridotto al minimo per la necessità di Smart working. Le “bacchettate” non le ho mai preso neppure a scuola o dai miei genitori figuratevi da questi “predicatori della politica del nulla”.

Commenti

Translate »