Elezioni regionali, tuona De Luca: “Al voto il 20 settembre? Noi ci ritiriamo”, l’attacco a Lamorgese

Scintille, ieri sera, tra il governatore della Campania Vincenzo De Luca e la ministra dell’Interno dell’Interno Luciana Lamorgese. “Se il governo insiste sul voto regionale il 20 settembre, noi governatori ci ritiriamo da tutti i tavoli aperti, compreso quello sulle riaperture”, ha tuonato il presidente della Regione Campania – come riporta il sito web repubblica.it  – facendo saltare di fatto il tavolo sull’Election Day.  Al suo fianco – in teleconferenza – il veneto Zaia e il ligure Toti e tutti gli altri coinvolti dal rinnovo, che spingono per andare alle urne a luglio. ieri sera si sono appellati anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Riteniamo inopportuna la fissazione di una data che pregiudichi la riapertura delle scuole”, hanno scritto in una lettera i presidenti di Veneto, Liguria, Marche, Campania e Puglia esprimendo appunto la loro contrarietà all’ipotesi 20 settembre.

Commenti

Translate »