Costiera Amalfitana. Altre le spiagge chiuse dopo quelle di Maiori ed Erchie

Costiera Amalfitana. Altre le spiagge chiuse dopo quelle di Maiori ed Erchie. Da ieri, è in vigore l’ordinanza n.50 della Regione Campania, firmata dal Governatore Vincenzo De Luca, con la quale si dà il via libera alla riapertura degli stabilimenti e delle spiagge libere.

Per quanto riguarda i lidi gli ombrelloni devono essere collocati ad almeno una distanza di 10 metri quadrati e 1,5 metri minimi tra sdraio e lettini, eccezion fatta, ovvimente, per gli appartenenti allo stesso nucleo familiare. L’accesso agli stabilimenti balneari dovrà avvenire tramite prenotazione e vi sarà l’obbligo di mascherina all’ingresso e all’uscita.

Le spiagge libere, invece, saranno aperte in base ai Piani Comunali. Per questo motivo, dal momento che i comuni della Costiera non hanno ancora stilato un piano comunale di sicurezza, alcune spiagge sono state chiuse.

Questa decisione era stata presa già nel corso della scorsa giornata per le spiagge di Maiori e di Erchie e per quella di Cetara, alla quale non sarà consentito l’accesso fino al 29 maggio, per aumentare al massimo la sicurezza per i bagnanti.

E sempre nella giornata di ieri che il Comune di Ravello ha deciso per la chiusura della suggestiva spiaggia della frazione di Castiglione, anche qui al fine di provvedere all’adeguamento dell’area.

Stessa sorte è toccata alla spiaggia libera “Marina di Conca” nel borgo di Conca dei Marini dove l’accesso alla spiaggia libera, alla battigia e al mare con invieto di stazionare e/o indugiare sull’arenile sarà concesso ai soli residenti di Conca dei Marini.

Commenti

Translate »