Coronavirus, il sindaco di Positano sul “no” alle riaperture di De Luca: “Scelta folle per i nostri territori”

Il sindaco di Positano, Michele De Lucia, ha commentato senza mezzi termini la scelta del governatore De Luca di non firmare l’accordo con il Governo per le riaperture dei confini il prossimo 3 giugno.

“La Campania sempre ultima: De Luca non firma l’accordo con il Governo per la riapertura dei confini il 3 giugno!
Una scelta folle sopratutto per i nostri territori, che vivono di turismo: chi ha possibilità di programmare una vacanza o anche un fine settimana, di certo non sceglierà la Campania , con il rischio di dover affrontare una quarantena o peggio, di dover cancellare il soggiorno! -ha commentato De Lucia sul proprio profilo Facebook –

Tutto questo andrà a discapito dei nostri Paesi, che vivono solo ed esclusivamente di turismo. I cittadini della Campania hanno dimostrato di saper rispettare le regole e di aver preso coscienza delle norme di buon senso per arginare l’epidemia, ma ora c’è bisogno di ripartire, certamente dovrà essere una ripartenza in sicurezza, ma non possiamo permetterci di mettere a rischio un intera stagione turistica. Cosa succederà ad ottobre? Come faranno i lavoratori stagionali a sopravvivere fino alla prossima stagione ? (peraltro molti si sono visti negare i famosi ‘600 euro’ di bonus)

Non vogliamo la carità del governatore, a noi non serve questo assistenzialismo, abbiamo una dignità e vogliamo lavorare! Devono metterci in condizione di lavorare in sicurezza e consentirci di ripartire!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »