Concorso FAI sul Paesaggio, vince una scuola stabiese

Castellammare di Stabia – La Scuola dell’Infanzia del Quarto Circolo Didattico di Castellammare, guidata dal dirigente Elena Cavaliere, ha vinto il Concorso Nazionale “Il Paesaggio dell’Alpe” indetto dal FAI. L’Istituto stabiese è anche l’unica Scuola per l’Infanzia dell’Italia meridionale a vincere questo premio, e speriamo che questo sia di sprone a partecipare e vincere anche per tutti gli Istituti scolastici del Sud Italia, perché abbiamo bisogno di giovani generazioni che imparino ad amare il proprio territorio e a valorizzarlo con la loro passione. L’elaborato degli alunni del “Quarto Circolo” è stato incentrato sul Monte Faito, luogo familiare a tutti i residenti della penisola sorrentina e della costiera amalfitana. Gli studenti hanno messo in risalto le bellezze naturalistiche del territorio, la fauna come la flora, hanno analizzato gli aspetti storico religiosi caratteristici di questo luogo, che ospita tra l’altro un santuario dedicato a San Michele Arcangelo che la tradizione vuole fondato da San Catello santo patrono della Città delle Acque. Lo studio degli alunni è stato caratterizzato da metodologie didattiche innovative quali Brainstorming, Circle Time, Learning by Doing e il Coding, il tutto supportato da strumentazioni digitali in dotazione alla scuola. Temi centrali dell’elaborato sono stati naturalmente il paesaggio, la tutela dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile e il rispetto della biodiversità. Speriamo che i giovani alunni facciano tesoro di quest’esperienza e continuino a coltivare la passione per il proprio territorio, credo che Elena Croce* sarebbe stata orgogliosa di questi ragazzi campani che hanno dimostrato in questo momento difficile per tutto il Paese il proprio orgoglio sincero di appartenere a un territorio unico e meraviglioso che va tutelato, “la storia nostra è storia della nostra anima”, parole di un altro Croce: Benedetto.
a cura di Luigi De Rosa
(* da un’idea di Elena Croce è nato il FAI fondato da Giulia Maria Mozzoni Crespi)

Commenti

Translate »