Burioni dopo la battaglia contro i “No-vax” ora è guarra contro i “No-mask”

Più informazioni su

    Burioni dopo la battaglia contro i “No-vax” ora è guarra contro i “No-mask” «Ho combattuto per anni contro i no-vax, adesso è arrivato il momento dei no-mask. Ricordate che per il coronavirus vale lo stesso discorso che valeva per i vaccini: con la salute non si scherza». Così il virologo Roberto Burioni su Facebook, a proposito delle tesi secondo cui la mascherina «fa male» e non va indossata. Burioni posta la foto di un messaggio ricevuto da un’insegnante di fitness, che scrive, fra l’altro, «prima si vaccini lei e i suoi familiari e i suoi compari della casta politica» e conclude«un’ultima cosa, se la metta lei la mascherina». Ma insulti compaiono anche sulla pagina Facebook della Federazione Italiana dei Medici Pediatri dove era comparso un post sulle mascherine per i bambini, allo scopo di proteggerli dal Coronavirus. Un invito rivolto agli scolari dai sei anni in su e all’uso della protezione in classe. Ed ecco una sintesi del profluvio di insulti. «La mascherina è un abominio, un segno di sudditanza e voi siete dei servi del potere», «Le mascherine sono pericolose, lasciate tranquilli i bambini», «Venduti», «I bambini non si toccano», «Ma i pediatri sono vaccinati?», la risposta non si è fatta attendere, sono fioccate denunce alla polizia postale..

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »