Quantcast

Amalfi prova a ripartire con il turismo da diporto e gli albergatori video

Amalfi prova a ripartire in questa Fase 2 con diportisti e albergatori che tornano al lavoro. Come racconta Enzo Ragone con un servizio andato in onda con l’edizione serale del TGR Campania, gli ormeggiatori iniziano a montare i pontili mobili, con la speranza che qualcosa si muove per consentire almeno la mobilità interregionale dei turisti. Anche gli albergatori si stanno rimboccando le maniche, facendo lavori di manutenzione dei locali, puntando ad un’annata che riesca almeno a coprire i costi per il 2020, perché si dovranno affrontare non solo la questione sanitaria per garantire sicurezza e distanziamento sociale, ma in queste condizioni esiste anche un problema finanziario, con la penuria di liquidità segnalata non solo dagli imprenditori dell’accoglienza. Amalfi non può fare a meno del turismo, visto che si basa principalmente su questa economia, ed è ancora più difficile vederla senza visitatori in giro. Un invito ad essere ottimisti però lo lancia il pasticciere Nicola Pansa: “Cinque generazioni, qui c’è scritto 1830, i miei bisnonni, i miei nonni sono passati attraverso due Guerre Mondiali e non sarà un Covid che ci fermerà. Lo diciamo con grande forza, perché c’è bisogno anche di messaggi positivi in questo momento”.

amalfi ripartenza fase 2 tgr campania

Commenti

Translate »