Le rubriche di Positano News - Turismo

Agerola/Positano, la ripresa dei Lattari: riapre il Sentiero degli Dei tra migliaia di prenotazioni

Attesi cinquemila escursionisti per il magico percorso che da Bomerano conduce a Positano e regala una vista mozzafiato

La Costiera amalfitana intravede un barlume di speranza, una luce in fondo al tunnel, un piccolo segnale di ripartenza che arriva dalle zone alte. Le guide escursionistiche dei Monti Lattari, infatti, hanno registrato un boom pazzesco di prenotazioni, a maggior ragione per il Sentiero degli Dei tra Agerola e Positano. La notizia è riportata da Pino Taormina per Il Mattino.

«Siamo stati fortunati ma anche molto rigidi e severi nelle misure restrittive», dice il sindaco Luca Mascolo. Il segreto non è solo nell’aspra bellezza di quest’angolo di paradiso, che isola naturalmente i suoi abitanti. Ma anche nei duri provvedimenti adottati dall’amministrazione, con controlli in entrata e in uscita. In pratica, una zona rossa senza di fatto esserlo. Risultato? Zero contagi, nessun positivo. E quando domenica ha riaperto il Sentiero degli Dei, ecco che gli orgogliosi abitanti hanno potuto farlo in totale sicurezza, garantendo un territorio dove la pandemia non ha messo piede.

Ed è stato un boom di visitatori nella prima giornata in cui è stato possibile percorrere il sentiero che da Bomerano giunge fino a Positano. Circa 2500 persone sono arrivate fin quassù e almeno il doppio è previsto per questo weekend. Con il sindaco lì, in piazza Paolo Capasso a dare indicazioni rigide agli appassionati di trekking. «Mi raccomando le distanze e la mascherina: vi abbiamo accolto in un territorio puro ed è importante che con il vostro comportamento rispettoso delle ordinanze, non venga messo in pericolo la salute degli altri». I chilometri sono tanti. Non è facile affollarsi tra i tratti e le scalinate scavate nella roccia, se non in alcuni posti particolarmente panoramici come la grotta Biscotto e i piccoli borghi di Colle la Serra, Cannati e di Nocella.

Tre ore di cammino, ma il panorama ripaga degli sforzi compiuti e l’attesa lunga tre mesi. «I gruppi organizzati non sono stati ancora autorizzati ad effettuare il percorso, ma gli escursionisti sì – dice ancora il sindaco Mascolo – La riapertura delle attività alberghiere ed extralberghiere segna la ripartenza del comparto turistico diventato negli ultimi anni motore trainante della nostra economia anche se è adesso importante riuscire a recuperare il tempo perduto: le prenotazioni sono ancore poche e da anni Agerola è diventata una meta turistica ambita a livello internazionale proprio dagli amanti del trekking: in ogni caso la programmazione degli arrivi deve tener conto di una ospitalità fatta in sicurezza». Pochi giorni fa, il Comune di Agerola, così come tutta la Costiera Amalfitana ha disposto uno screening di massa per tutti coloro che avranno rapporti con i turisti. E su 500 tamponi, nessuno ha dato esito positivo al Covid 19. Ed è per questo che Mascolo e la sua amministrazione hanno in queste ore aumentato gli interventi nell’ottica di una operazione Sentieri Sicuri: una manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza dei 4 sentieri più battuti ovvero il Sentiero Tre Calli, Sentiero degli Dei, Sentiero Orrido di Pino e Valle delle Ferriere. L’iniziativa si concluderà con l’installazione della nuova segnaletica CAI.

Commenti

Translate »