Quantcast

Piano di Sorrento. La “Palma Arcobaleno” di Caterina, il simbolo di questa Domenica delle Palme ai tempi del Coronavirus

Piano di Sorrento. Questa Domenica delle Palme 2020 non è stata come quelle degli anni precedenti. E’ stata una domenica diversa, non è stato possibile ritrovarsi sui sagrati delle chiese o nelle piazze con i rami di ulivo ed i tradizionali fiori di confetti in attesa della benedizione. Un momento religioso ma anche un’occasione per stare insieme agli altri, per sentirsi comunità. Quest’anno i rami di ulivo e le palme di confetti sono stati benedetti davanti alla tv, nell’intimità delle proprie case. Ma le nostre tradizioni resistono. Resistono alla quarantena, resistono a questo incubo che ci costringe in casa, resistono alla paura ed alla insicurezza, perché fanno parte di noi, della nostra storia e ci danno conforto in questo momento così difficile. E noi vogliamo condividere con voi l’immagine di una palma di confetti che rappresenta esattamente la giornata di oggi, che unisce la tradizione e l’attualità. A realizzarla è la carottese Caterina Esposito che con arte e sapienza ha creato quella che possiamo chiamare la “Palma Arcobaleno”. Caterina ogni anno realizza fiori e palme di confetti ma quest’anno ha voluto trasformare quello che è diventato il simbolo della speranza in questa emergenza da Coronavirus, ovvero l’arcobaleno che vediamo sui drappi appesi ai balconi e nei disegni dei bambini, in una palma. Una palma che, come detto, ci parla delle nostre tradizioni ma ci ricorda anche che tutti insieme ce la faremo e quell’arcobaleno prima o poi lo vedremo davvero risplendere nel nostro cielo. Complimenti Caterina. 

Palma Arcobaleno

Commenti

Translate »