Piano di Sorrento. Alcune precisazioni del sindaco Vincenzo Iaccarino sull’erogazione dei buoni spesa

Riportiamo il comunicato del sindaco di Piano di Sorrento Vincenzo Iaccarino

Ho ricevuto tantissime richieste e anche qualche critica sul buono spesa che eroghiamo alle famiglie che versano in condizioni di disagio e nello specifico per quanto riguarda il taglio di 5 euro. Non inganni l’importo del singolo buono perché è stato concepito per facilitarne l’uso presso diverse tipologie di esercizi commerciali, in modo da non dover essere costretti a esaurirne il valore presso un solo negozio. Quello che conta è il valore globale per nucleo familiare nell‘arco della settimana tenendo presente che tutto è parametrato sulle prime due/tre settimane. Noi abbiamo stanziato la somma di 50mila euro che è aggiuntiva al contributo erogatoci dal Governo e che, fino a questo momento, è pari a 86mila euro. Stiamo parlando quindi, per ora, di 136mila euro impegnati per questa tipologia di intervento solidaristico e non escludiamo di impegnare altre risorse nostre, oltre a quelle aggiuntive che saranno impegnate dal Governo nel decreto del mese di Aprile, derivanti ancora dai capitoli di spesa che attualmente sono inutilizzabili. Penso che con questa provvista e con il rigore e la trasparenza che si deve garantire siamo in grado di soddisfare le esigenze di tutti quanto hanno veramente bisogno di aiuto in questo momento.

Consistenza dei buoni spesa
Al richiedente il contributo per ciascuna famiglia, come sopra definita, sono distribuiti buoni spesa (dal valore di € 5,00 cadauno), per ogni settimana di emergenza sanitaria, salvo diverse disposizioni/indirizzi normativi, secondo i seguenti criteri:
• n. 2 buoni spesa al giorno al richiedente (per n. 7 giorni di ciascuna settimana, come sopra precisato – pari a € 5,00 per 2, per 7 giorni = € 70,00);
• n. 1 buono spesa al giorno per ciascun ulteriore componente della famiglia, come sopra definita (per n. 7 giorni di ciascuna settimana, come sopra precisato – es. di contributo per una famiglia, come sopra definita, composta da 4 persone: € 70,00 per il richiedente + € 5,00/giorno x 7 giorni x n. 3 ulteriori componenti = € 175,00).
A ciascuna famiglia, come sopra definita, sono distribuiti, pertanto, buoni spesa corrispondenti alla sua composizione numerica, nei limiti delle risorse disponibili a disposizione del Comune.

Requisiti per presentare richiesta dei buoni spesa
La famiglia, come sopra definita, che intende far richiesta del contributo, deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
• essere in possesso di certificazione dell’I.S.E.E., di tutti i componenti della famiglia, come sopra definita, che, complessivamente, non superino il valore dell’I.S.E.E. previsto per l’accesso al Reddito di Cittadinanza, che sia, quindi, inferiore a € 9.360,00;
• in alternativa, produrre dichiarazione sostitutiva di atto notorio, da cui si evinca che nessuno dei componenti della famiglia, come sopra definita, è in possesso di risorse finanziarie per far fronte all’acquisto di prodotti di prima necessità, necessari per soddisfare i bisogni primari, dell’intera famiglia, così come sopra definita.
Nell’Avviso sono meglio specificate le modalità di individuazione delle tipologie di risorse.

Commenti

Translate »