Quantcast

Penisola sorrentina tra corvi, merli e cormorani: lo spettacolo della natura che riprende il controllo

Mentre il mondo è quasi fermo a causa del Covid 19, la natura pare riguadagnare i suoi spazi. Gli animali, a partire dai pesci selvatici fino ai volatili, meno disturbati dalle attività umane, in questi giorni si prendono maggiori libertà.

E se chi abita fuori dai grossi agglomerati urbani, magari è già abituato a vedere cervi, caprioli, cinghiali, tassi e volpi, ci sono sempre più persone che hanno avuto la possibilità di vedere animali proverbialmente molto schivi dove non ce li si aspetterebbe come in questi ultimi giorni nel sud della Francia e nello Stretto di Messina sono state avvistate due balene.

Anatre mute che si muovono indisturbate. Accade questo, ai tempi del coronavirus, sulla spiaggia di Marina della Lobra a Massa Lubrense. È non è l’unica specie avvistata, secondo il quotidiano de Il Mattino. A Piano di Sorrento sono stati notati grossi corvi imperiali tra via Bagnulo e Madonna di Roselle e merli a passeggio sui marciapiedi, in pieno centro. Le garzette hanno, invece, preferito il mare, recandosi a Marina di Cassano. A Sant’Agnello le gazze ladre hanno mostrato le loro stupende ali nere e bianche mentre a Meta i cormorani hanno affollato gli arenili. Addirittura le volpi stanno uscendo dai boschi per avvicinarsi alle abitazioni. A Vico Equense, nella frazione collinare di Ticciano, una volpe tutte le sere si intrufola nel giardino di un’abitazione privata. Risale a due giorni fa l’avvistamento, nella zona di Meta, di uno stormo di cicogne bianche in migrazione. E non è tutto. Anche gli abitanti del mare si stanno riappropriando del loro habitat. La scorsa settimana alcuni delfini sono entrati nella baia della Marina Grande, a Sorrento; due giorni fa hanno deciso di farsi un giro nello specchio d’acqua antistante Coroglio e Posillipo.

Uno spettacolo raro, reso ancora più suggestivo dalla particolare limpidezza del mare in un periodo in cui molte imbarcazioni, navi e traghetti sono fermi a causa dei limiti agli spostamenti per il Covid-19.

Commenti

Translate »