GIOVEDÌ SANTO. Papa Francesco in diretta streaming: un rito speciale segui la diretta

Giovedì Santo, Messa in Cena Domini di Papa Francesco: diretta video streaming, l’Ultima Cena di Gesù. Saltano Lavanda dei Piedi e Messa crismale, resta un rito caratteristico della Messa

Più informazioni su

Uno dei riti più caratteristici della Messa in Cena Domini del Giovedì Santo, avviene verso la fine della celebrazione, subito dopo la Comunione. Nel rito romano – che sarà naturalmente quello utilizzato da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro – una pisside, contenente Ostie consacrate da distribuire nella liturgia del venerdì Santo (nella quale non ha luogo la consacrazione) viene portata in processione, accompagnata dal canto di un inno eucaristico, all’Altare della riposizione del Santissimo Sacramento, il luogo che all’interno di ogni chiesa è deputato proprio alla collocazione del Corpo di Cristo durante il Triduo pasquale.

papa-francesco.jpg

Il rito è simile anche per gli ambrosiani, che tuttavia non prevedono nemmeno la distribuzione dell’Eucaristia al Venerdì Santo, dunque la chiusura del tabernacolo all’Altare della riposizione con la pisside proseguirà fino alla Veglia Pasquale della sera del Sabato Santo.

OGGI MESSA IN CENA DOMINI A SAN PIETRO CON PAPA FRANCESCO

Sarà un Giovedì Santo diverso dal solito, con una Messa in Cena Domini “segnata” dalla pandemia: questo perché sarà un’intera Pasqua molto strana, particolare ma non per questo meno “intensa”. Il coronavirus ha sconvolto la vita di tutti e anche nella preparazione alla Resurrezione del Signore la Chiesa stessa è dovuta intervenire per rivoluzionare la Settimana Santa fin dagli appuntamenti con Papa Francesco. La regola da seguire è la chiusura di tutte le chiese e il divieto di assembramenti, il che porta inevitabilmente a poter in rigorosa diretta tv (su Rai 1 e Tv 2000) e video streaming sul canale YouTube di Vatican News.

E così per la prima volta si avrà un Giovedì Santo celebrato senza la Messa crismale nel quale si consacrano gli oli necessari per i sacramenti, ma soprattutto senza la Lavanda dei Piedi che Papa Francesco dal 2013 sceglieva di celebrare all’interno di un carcere d’Italia. Di conseguenza, la Messa in Cena Domini non verrà celebrata all’interno del medesimo carcere come avveniva fino agli anni scorsi, bensì in Basilica di San Pietro a partire dalle ore 18. La novità è contenuta nelle disposizioni emanate dal prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, il cardinale Robert Sarah, con il decreto del 25 marzo 2020 che di fatto vietano la presenza di “pubblico” e ribadiscono la possibilità di seguire solo via telematica tutti gli avvenimenti della Settimana Santa verso la Pasqua.

Fonte: Il sussidiario.net

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »