Quantcast

Attesa per la conferenza stampa di Giuseppe Conte alle 20.20 di oggi sulla Fase 2. Ecco di cosa parlerà segui la diretta

Più informazioni su

Cresce l’attesa per la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, prevista alle 20.20 di oggi, nella quale dovrebbe illustra le nuove misure previste dal 4 maggio, la famosa Fase 2.

Tra i tanti punti ci sarà quello che riguarda le visite ad amici e parenti, che dovrebbero essere consentite evitando però le riunioni di famiglia.

Coloro che fossero rimasti bloccati nella città di lavoro o di studio a causa del lockdown potrebbero avere il via libera per far rientro nel luogo di domicilio o residenza.

Riaprirà il comparto manifatturiero, edile pubblico e privato ed il commercio all’ingrosso funzionale al settore manifatturiero e all’edilizia.

Saranno inoltre consentiti i movimenti all’interno della propria regione.

Prevista dal 4 maggio anche la riapertura di bar e ristoranti che potranno effettuare esclusivamente servizio ad asporto.

Per quanto riguarda il settore del trasporto pubblico è previsto l’obbligo di indosso della mascherina di protezione (anche di stoffa) sui mezzi. Il numero di passeggeri a bordo sarà ovviamente ridotto per poter rispettare la distanza di sicurezza e sarà quindi necessario intensificare il numero delle corse.

L’utilizzo delle mascherine non dovrebbe essere obbligatorio nei luoghi aperti fermo restando la possibilità di poter mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone.

Sarà consentita l’attività motoria ma in maniera individuale e gli sportivi professionisti potranno riprendere gli allenamenti.

Ancora nessuna riapertura, invece, per parrucchieri ed estetisti la cui ripresa non sarà possibile prima del mese di giugno.

Per quanto concerne l’autocertificazione potrebbe essere ancora necessaria ma i cittadini avranno un ventaglio più ampio di opzioni da poter indicare per l’allontanamento da casa.

Si prevede, inoltre, una intensificazione dei controlli sui nuovi casi di contagio e, se il numero dovesse risalire, non si esclude il ritorno alle chiusure delle attività nel frattempo riaperte ed al distanziamento sociale.

Più informazioni su

Commenti

Translate »