Raccoglimento alle 18: Positanonews sospende le pubblicazioni per pregare con Papa Francesco ECCO IL VIDEO segui la diretta

Oggi pomeriggio alle 18.00Papa Francesco presiederà un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, con la piazza vuota, come annunciato lo scorso 22 marzo al termine della preghiera dell’Angelus. Il Pontefice ha invitato tutti a partecipare spiritualmente, attraverso i mezzi di comunicazione, per ascoltare la Parola di Dio, elevare una supplica in questo tempo di prova e adorare il Santissimo Sacramento.

papa-Francesco.jpg

Tutti si uniranno alla preghiera di Papa Francesco e, per la prima volta nella sua storia, Positanonews sospenderà tutte le pubblicazioni fino al termine della cerimonia.

Il Santo Padre  ha fatto portare in Piazza S. Pietro il crocifisso miracoloso che salvò Roma dalla peste.

Nel 1519 un incendio distrugge completamente la Chiesa in Via del Corso, a Roma, intitolata a San Marcello. Il mattino seguente, fra le rovine, emerge integro il crocifisso dell’altare maggiore e arde ancora una piccola lampada ad olio. Tre anni dopo, Roma viene colpita dalla “Grande Peste”. Il popolo porta il crocifisso in processione, vincendo anche i divieti delle autorità, preoccupate per il diffondersi del contagio. Il crocifisso viene portato per le vie di Roma verso la basilica di San Pietro. La processione dura dal 4 al 20 agosto1522. Man mano che si procede, la peste dà segni di regressione, e ogni quartiere cerca di trattenere il crocifisso il più a lungo possibile. Al momento del rientro in chiesa, la peste è del tutto cessata. Questa è la storia. Veniamo ai giorni nostri…. È di questi giorni la foto di Papa Francesco che si reca a piedip nella Chiesa di via del Corso per pregare ai piedi del Crocefisso. Un pellegrinaggio solitario che commuove e scuote gli animi del Mondo intero, salvo qualche battuta imbecille dello stupidino di turno che così ha dato risalto alla sua stupidaggine.
QUEL CROCIFISSO MIRACOLOSO HA LASCIATO LA CHIESA DI SAN MARCELLO PER PIAZZA SAN PIETRO PER LA PREGHIERA DI STASERA ALLE 18.00
Il Santo Padre concederà l’indulgenza plenaria a tutto il mondo e, in questo tempo di emergenza per l’umanità, invita tutti i cattolici (anche quelli che non pregano mai) a unirsi in preghiera con lui. Abbiamo cantato a squarciagola dai balconi, ci siamo sbracciati alle finestre, abbiamo organizzato flash mob, sventolato tricolori, sbatacchiato i coperchi delle pentole, suonato chitarre, batterie, violini, pifferi e cornamuse.
Uniamoci alla preghiera del Papa adesso. Chi non lo sa fare, stia pure in silenzio. Il desiderio di pregare è già preghiera. Chi lo sa fare e non ha mai smesso di farlo, preghi ancora più forte!!
MOSÈ PREGAVA SUL MONTE, ALZANDO LE MANI, E IL POPOLO VINCEVA LA BATTAGLIA (Esodo 17,8-13). A CHE NOI ALZEREMO LE MANI E SOPRATTUTTO IL CUORE AL CIELO E I MEDICI, GLI INFERMIERI E GLI SCIENZIATI VINCERANNO QUESTA BATTAGLIA….
Forza, che ce la faremo!!! ❤

In chiusura, il Santo Padre impartirà la benedizione ‘Urbi et Orbi‘, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria“. L’evento sarà trasmesso in diretta mondovisione su Rai Uno e Tv2000 (canale 28 Dtt e 157 Sky) e potrà essere seguito in più lingue sulla Radio Vaticana.

L’invito è rivolto anche ai non credenti o a coloro che professano altre religioni. E’ un momento di raccoglimento durante il quale suggeriamo a tutti di dedicare un pensiero a questa catastrofe che stiamo vivendo ed a tutte le vittime che sta generando.

Qui la Modalità di svolgimento del momento di preghiera.

Commenti

Translate »