Quantcast

Nocera Inferiore. Sacerdoti e fedeli sorpresi a celebrare la Messa in Chiesa: 8 denunce

Una canonica aperta, in spregio a tutte le prescrizioni che vietano ogni tipo di adunate e assembramenti. Un gruppo di fedeli riuniti in preghiera insieme a un parroco e al suo vice che hanno sfruttato un orario serale, con poca gente in strada, per incontrarsi nonostante l’emergenza coronavirus.

È quanto riportato dal quotidiano la Città di Salerno, per una vicenda accaduta nella serata di venerdì nel rione Cicalesi, a Nocera Inferiore: per otto persone scatterà la denuncia per aver violato il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri. Preghiere amare, dunque, a rappresentare l’ennesima segnalazione di violazioni arrivate proprio da chi dovrebbe dare l’esempio.

Vigili e militari dell’Arma hanno potuto immediatamente constatare cosa stava accadendo all’interno della chiesa di San Giovanni. Il parroco, don Andrea Annunziata, indossava la stola. Come fosse una normale celebrazione mentre fuori, nel mondo reale, tutto intorno si sta piegando a causa di un virus che non si riesce ad arginare. Insieme a lui, poi, il vice parroco. E altri sei fedeli. Un’autentica celebrazione religiosa, in spregio a ogni paletto posto dal Governo – e pure dagli organi ecclesiastici – per arginare la diffusione del Covid-19

Commenti

Translate »