Costa d’Amalfi e Sorrento. I consigli dei medici di base: “Non venite in studio, telefonate!”

Costiera amalfitana, Positano. I medici di base comunicano le dovute raccomandazioni ai cittadini in ambito della prevenzione per il contagio da coronavirus. La Dott.ssa Pesacane ed il Dott. Buonocore di Positano raccomandano i pazienti di evitare di affollarsi negli studi medici ma di contattarli telefonicamente, soprattutto se dovessero avvertire i seguenti sintomi:

raccomandazioni medici

Arrivano suggerimenti anche dai medici di base sorrentini, tra cui i dottori Formicola, Savarese ed il dott. Marzuillo, quest’ultimo dice la sua sui social: Per limitare la diffusione del virus sarebbe utile come deciso nei comuni limitrofi allestire auto con megafono per informare e incentivare la popolazione a seguire le regole restrittive imposte dalle autorità nazionali per il bene di tutti.

raccomandazioni medici

In conclusione, si raccomanda di:

1) In caso di febbre o sintomi simil-influenzali, a non recarsi in nessun presidio sanitario (Pronto Soccorso, studio medico di famiglia, ambulatori di Continuità Assistenziale, presidi territoriali/ospedalieri di assistenza specialistica).
2) A contattare sempre telefonicamente il proprio medico di famiglia prima di accedere al suo studio. Sarà il medico a valutare la situazione con triage telefonico e a dare le necessarie indicazioni. Il medico quindi potrà, a seconda dei casi, consigliare il paziente telefonicamente o procedere, solo se dotato di mezzi di protezione individuale, a visitare l’assistito. In ogni caso rispettate gli orari e i percorsi dedicati stabiliti dal vostro medico.
3) A non accedere direttamente agli ambulatori di Continuità Assistenziale. Contattate telefonicamente il servizio negli orari dedicati.
4) Ad utilizzare una mascherina solo in caso di febbre e disturbi respiratori.
5) L’utilizzo da parte del medico dei mezzi di protezione individuale (mascherina, camice monouso, visiera) evita in primo luogo di diffondere il contagio ad altri pazienti ed è una misura di sicurezza fondamentale.
6) A non sovraccaricare lo studio del medico di famiglia e le altre strutture sanitarie per problemi minori che possono essere rimandati a tempi successivi.

Commenti

Translate »