Quantcast

Associazione Atex. Proposte da Sorrento al Governo per il Decreto Aprile

Lunedì prossimo Atex trasmetterà un elenco di proposte al Ministro dell’Economia Gualtieri e al Ministro dei Beni Culturali Franceschini affinché venga valutato alla vigilia della presentazione del Decreto Aprile.

Abbiamo fatto di tutto affinché la Regione Campania divenisse un punto di riferimento per tutti gli attori della filiera del turismo.

A cominciare dalla proposta trasmessa all’assessore Regionale al Turismo di costituire L’UNITÀ DI CRISI E RIPARTENZA DEL TURISMO che avrebbe per prima cosa dovuto raccogliere tutte le proposte delle varie associazioni della filiera turistica.

Purtroppo al momento nessuna risposta ed ognuno, compreso la nostra Associazione, va in ordine sparso, perdendo ovviamente di forza.

Ecco la bozza del documento delle nostre proposte

DOCUMENTO DI PROPOSTE DA ATEX PER “DECRETO APRILE”

1 – DECRETO “TURISMO”

Occorre un Decreto Turismo ad hoc per questo settore in quanto è quello più colpito dalla crisi sia per la stagione in corso (90 %di riduzione attività) sia per la complicatissima e lontana “ripartenza” a causa del fenomeno dei “contagi di ritorno” con conseguente blocco dei flussi turistici. Questo Decreto deve destinare ingenti risorse al Sistema Turismo.

2 – Z.T.P.

Occorre individuare le ZONE A TURISMO PREVALENTE, territori in cui il turismo produce un PIL superiore al 70% del PIL totale. In queste Zone, dove non è possibile la riconversione in altre attività, occorre un immediato, prioritario e massiccio intervento per non fare impoverire località turistiche che ad oggi sono famose in tutto il mondo. Le misure e le agevolazioni previste per il turismo dovranno avere nelle Z.T.P. condizioni ancora più favorevoli per lavoratori e imprese della filiera turistica.

3 – RIMODULAZIONE DEL “PIANO PER IL SUD”

Occorre rivedere immediatamente il PIANO PER IL SUD presentato a Febbraio 2020 dal Governo che destinava 120 MD di euro per il rilancio del Mezzogiorno. Questo piano va rivisto assolutamente, prevedendo di considerare il Turismo come filiera prioritaria.

4 – MINISTERO DEL TURISMO

Occorre prendere atto che per la gigantesca opera che dovrà essere messa in campo per il rilancio del settore strategico per l’intero Paese è fondamentale istituire il Ministero del Turismo che non può rimanere marginalizzato quale delega di altri Ministeri. Questo Ministero dovrà rappresentare l’intera filiera turistica e dovrà finalmente sviluppare un’azione coordinata con tutti i rappresentanti del Settore (alberghi – strutture extralberghiere – agenzie di viaggio – tour operator – stabilimenti balneari – crociere – guide – noleggiatori – ecc.).

5 – FONDI EUROPEI “2021-2027”

Occorre destinare tutti i Fondi Europei destinati al Quadro “2021-2027” esclusivamente alla crisi economica “coronavirus” destinandoli in primis al Turismo. Si tratta di circa 35 MD di euro (di cui 3, 5 Md in Campania). Un modo di spendere bene e tutte le risorse europee a noi destinate.

6 – IRPEF E IRAP

Ridurre del 90% IRAP e IRPEF 2020 per gli operatori della filiera turistica (100% per gli operatori delle Z.T.P.)

7 – CREDITO D’IMPOSTA “RIPARTENZA 2021”

Prevedere un credito d’imposta del 70% per le spese sostenute nel 2021 per far ripartire le attività degli operatori della filiera turistica.

8 – CANONE RAI SPECIALE E SIAE

Annullare il Canone Speciale RAI e il contributo obbligatorio Siae per il 2020 e il 2021 per gli operatori turistici, prevedendo un rimborso per coloro che l’hanno già versato.

9 – B&B SENZA PARTITA IVA

Prevedere misure specifiche per queste strutture che hanno regolare scia commerciale, laddove escluse per mancanza di partita iva.

10 – CASSA INTEGRAZIONE FILIERA TURISMO

Estendere per tutto il 2020 e il 2021 la possibilità per gli operatori turistici di usufruire della cassa integrazione.

11 – BOLLETTE ACQUA, GAS E LUCE

Annullare tutte le bollette del 2020 a partire da Marzo.

12 – DECONTRIBUZIONE 2020-2021

Azzerare tutti i contributi per eventuale personale neo-assunto nel 2020-2021.

13 – FONDO GARANZIA TURISMO

Per consentire liquidità a tutti gli operatori del settore, costituire il FONDO Garanzia TURISMO dedicato unicamente agli operatori del settore turismo che preveda la possibilità di finanziamenti attraverso una garanzia dello Stato.

14 – DIGITAL LAB

Occorre utilizzare questo periodo forzato di stop delle attività degli operatori del turismo per finanziare e promuovere CORSI DI FORMAZIONE VIA WEB finalizzati a far crescere la qualità e la capacità di utilizzo delle tecnologie da parte degli operatori della filiera.

15 – IMPOSTE COMUNALI

Azzeramento Tari e Tarsu per il 2020 per gli operatori della filiera turismo con compensazione delle mancate entrate dei Comuni da parte del Governo.

16 – TASSA DI SOGGIORNO

Uniformare in tutti i Comuni la Tassa di Soggiorno a un valore unico di 1 euro pro capite.

17 – VOUCHER TURISMO

Ripristinare per il 2020 e per il 2021 i Voucher Turismo.

18 – CREDITO IMPOSTA 2020-2021 PER TURISTI ITALIANI

Prevedere un credito d’imposta del 90% per turisti italiani che nel 2020-2021 scelgano località italiane per le vacanze relativo alle spese di viaggio e alloggio.

19 – STRUMENTI DI MARKETING TERRITORIALE PER FINANZIARE LA “RIPARTENZA”

Finanziare sia un Progetto di Promozione Nazionale sia Progetti Specifici territoriali (soprattutto alle Z.T.P) per rilanciare le località turistiche.

20 – MUTUI

Sospensione del pagamento delle rate di mutuo attraverso un accordo con Abi.

21 – CANONI DI LOCAZIONE

Portare all’80% il credito d’imposta per i canoni di locazione per le strutture extralberghiere.

22 – STABILIMENTI BALNEARI

Occorre esonerare gli stabilimenti balneari per il 2020 e il 2021 dal pagamento dei canoni demaniali.

Sergio Fedele Presidente Associazione Turismo Extralberghiero della Penisola Sorrentina, della Costiera Amalfitana e dell’isola di Capri

Commenti

Translate »