Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento. Rinviato un matrimonio cinese da favola, causa coronavirus

Dopo l’ordinanza da parte delle autorità di Pechino di rinviare i matrimoni per il 2 febbraio e di ridurre i tempi dei funerali per contenere la diffusione del coronavirus nel Paese, anche le altre location per le nozze sembrano esser state coinvolte.

Una di queste è la penisola sorrentina e Sorrento, da anni una meta ambita da numerosi turisti e location da sogno per tutte le coppie del mondo che celebrano le proprie nozze. Come molte delle città italiane anche la città di Sorrento è legata ad una storia popolare con le sue leggende che vengono raccontate e tramandate da generazione a generazione. I Sorrentini sono riconosciuti come persone accoglienti solari e molto generosi verso gli altri e a testimoniare tutto ciò c’è un’antica storia popolare.

Tutti le predisposizioni per un matrimonio cinese da favola, dunque, che si sarebbe dovuto celebrare allo splendido Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, ma che è stato tristemente rinviato. I cento invitati sono momentaneamente bloccati in Cina, anche se il matrimonio è previsto ad aprile. Non solo una semplice psicosi da coronavirus, ma una seria misura di prevenzione vista la diffusione su scala globale di questo terribile virus.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beta

    La definizione “psicosi da coronavirus”, è ormai più che abusata in ogni occasione.
    I giornalisti dovrebbero piantarla e con maggiore professionalità, dedicare qualche minuto in più di lavoro quando scrivono i loro articoli, piuttosto che ricorrere solo a vocaboli strillati a piè sospinto!