Il punto sulla 22′ giornata di Serie A. La lotta scudetto è più aperta che mai

In attesa del Monday night Sampdoria-Napoli, il week end di Serie A ha regalato tanti gol e spunti interessanti.

Nei piani alti della classifica le distanze sono rimaste immutate. Juve, Inter e Lazio hanno vinto con merito i rispettivi impegni.

La Juventus supera 3-0 la Fiorentina non senza polemiche arbitrali. Duro Commisso a fine partita: “La Juventus non ha bisogno dei favori degli arbitri per vincere le partite”. Il Presidente Italo-americano ha criticato l’uso del Var ed in particolare la concessione del secondo rigore.

La Lazio spazza via la Spal 5-1 sbrigrando la pratica in meno di mezz’ora. Ancora una doppietta per Ciro Immobile che sale a 25 gol e si conferma sempre più capocannoniere del nostro campionato.

Bene anche l’Inter che vince 0-2 alla Dacia Arena di Udine. Partita bloccata nel primo tempo, poi, grazie agli ingressi in campo di Brozovic e Sanchez, i nerazzurri prendono vigore e una doppietta Lukaku risolve una partita che si stava complicando.

Crolla la Roma per 4-2 a Reggio Emilia. Primo tempo stellare dei neroverdi che mettono al tappeto la squadra di Fonseca. Non ne approfitta L’Atalanta che non va oltre il 2-2 in casa con il Genoa. Adesso Roma e Atalanta si trovano appaiate al 4′ posto in classifica.

Il Milan pareggia 1-1 in casa con il Verona, nonostante la superiorità numerica negli ultimi 25 minuti. Una sfida molto combattuta in cui ci sono stati 3 legni (2 per il Verona e 1 per il Milan) e tante azioni da gol.

In zona Europa league lo scontro diretto Cagliari-Parma finisce 2-2 grazie al gol di Cornelius al 94′. Disastroso invece il Torino che perde 4-0 a Lecce e per Mazzarri tira aria di esonero. Per i pugliesi si tratta della prima vittoria in casa.

Bene invece il Bologna che vince in rimonta 2-1 e si rilancia nella zona medio-alta di classifica. A Torregrossa in apertura rispondono Orsolini e Bani nel finale.

Commenti

Translate »