Quantcast

Positano. Esplosa la carica per i lavori al cimitero di Liparlati: preoccupazione tra i cittadini, ma è un sistema all’avanguardia

Costiera Amalfitana, Positano. Proseguono i lavori al cimitero di Liparlati, dove questa mattina l’impresa esecutrice ha utilizzato un nuovo sistema di esplosivi non esplodenti per la demolizione. Si tratta di cartucce non detonanti del tipo Autostem che non utilizzano sostanze soggette a combustione ma un composto chimico che genera gas espansivi tali da fratturare la roccia circostante senza proiettare elementi all’esterno.

Inevitabili le reazioni dei positanesi, tra indignazione, ansia e preoccupazione a causa delle cariche esplose nei pressi di un’abitazione, anche se molti rassicurano i cittadini poiché si tratta di mini cariche oltretutto controllate e testate.

L’uso di questa tecnologia, infatti, evita l’eccessiva produzione di polveri sottili, oltre ad essere molto più sicura di un tradizionale esplosivo  limitando l’emissione di rumori fastidiosi che ci sarebbero stati se fossero state utilizzate tecniche tradizionali (escavatore e martello demolitore).

Foto: Massimo Capodanno ( ex ANSA)

Commenti

Translate »