Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano. Ai soliti ignoti Gianna Tedesco guida archeologica al MAR

Gianna è in onda ora sul popolare programma di Raiuno. E il parente misterioso è proprio sua sorella Francesca

Positano. Ai soliti ignoti Gianna Tedesco nella puntata di domenica 23 febbraio.

Gianna, di Cotronei è sposata con Sergio Rianna e lavora come  guida archeologica al MAR di Positano.

Gianna ha il passaporto di 16.000 € con imprevisto.

La concorrente non ha indovinato la sua vera professione, attribuendole quello di fare impermeabili per cani.

Il programma, in onda su Raiuno dopo il TG, ha la finalità di scoprire otto identità ignote e altrettante figure nascoste, ciascuna corrispondente a un premio fino a 100.000 euro. I concorrenti devono abbinare le caratteristiche di ogni personaggio alla persona giusta.

Positano. Ai soliti ignoti Gianna Tedesco guida archeologica al MAR
Positano. Ai soliti ignoti Gianna Tedesco guida archeologica al MAR

Il Mar Positano

L’incanto della Storia, sulla quale tutto il mondo contemporaneo passeggia dagli anni ’60 del secolo scorso. Proprio al centro della nostra città, la Villa Romana si impone oggi come testimonianza delle meraviglie del passato e come volano per una nuova immagine di Positano, che si afferma, anche e soprattutto, quale crogiuolo d’arte e cultura. La tenacia e la caparbietà della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, antesignana nella scoperta e nella valorizzazione della Domus di Positano, hanno consentito che venisse alla luce tale tesoro, dando concreta dimostrazione dell’importanza rivestita dalla nostra città nei secoli, crocevia di popoli, civiltà e culture.

A loro il merito di aver posto questo straordinario ritrovamento non solo come baluardo per il recupero della rilevanza storico-artistica assunta da Positano nei secoli, ma anche

come eccezionale possibilità di studio antropologico e culturale.

La sensibilità dei nostri Amministratori Regionali ha altresì permesso la riqualificazione di tale patrimonio storico-artistico, che consentirà a Positano di imporsi nel panorama turistico mondiale non solo quale luogo di straordinaria bellezza naturale, ma anche come tappa fondamentale per la conoscenza delle meravigliose vestigia del nostro passato.La Villa Romana è la prova tangibile che Positano è realmente, da sempre, luogo privilegiato d’otium, ristoro non solo per il corpo, ma, soprattutto, per la mente.

Essa è sinonimo della grandezza di Positano. Quella grandezza che è stata da sempre intesa come semplice bellezza naturale, ma che da oggi si veste di una profonda e inestimabile importanza culturale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »