Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Nell’attesa di vincere la guerra, la Fogore Massa vince un’altra battaglia!

Nell’attesa di vincere la guerra, la Fogore Massa vince un’altra battaglia! Al “Da Vinci” di Martina Franca, infatti, con i ricordi ancora freschi della splendida partita di Coppa giocata e vinta mercoledì scorso, la Folgore ha battuto i padroni di casa, confermando il primo posto in classifica, non senza sofferenza. Nonostante un ottimo inizio della squadra biancoverde, improvvisamente il Martina accorcia le distanze, approfittando di qualche disattenzione  avversaria ma alla fine nulla può contro il carattere e l’orgoglio costiero.

PRIMO SET

Subito slash di Borghetti che poi sfonda il muro pugliese (1-2), Vinci attacca in mezzo alla rete, quindi prezioso block-out di Ferenciac per il 3-5. D’Amico sbaglia dai 9 metri, Ferenciac mette le mani in faccia a Matheus e poi mette giù un pallone ad altissima velocità dopo la strenua difesa dei padroni di casa su Lugli (4-8). Sartirani non fa sconti nei 3 metri, Lugli trova una parallela esterna, quindi slash di Sartirani sulla ricezione lunghissima di Vinci (7-12). L’inevitabile time-out scuote Martina, che rientra con 2 punti di fila di Matheus ed un fortunoso ace di Siena smorzato dal nastro (10-12). Aprea in cassaforte da Lugli, Deserio in primo tempo risponde a Schena (11-14), ma il solito Matheus ed un beffardo servizio vincente di Schena mantengono Martina nel parziale (13-14). Ferenciac fa la voce grossa su Epifani, Deserio sfonda nei 3 metri, poi ancora il martello in maglia numero 7 per piazzare il +4 (14-18). Lugli difeso in 2 occasioni, Sartirani è attento e mette finalmente giù il pallone (16-19). Martina si affida al muro per restare aggrappato al parziale. Matheus chiude su Lugli (18-19), la Folgore accelera quando Sartirani alza la saracinesca su Matheus (18-21), Lugli risponde a Schena (19-22), ma i padroni di casa con D’Amico ed un muro di Epifani su Borghetti tornano a -1 (21-22). Nicola Esposito chiama la sospensione, ma al rientro in campo Schena pareggia i conti (22-22). Semeraro fallisce al servizio, e l’attacco fuori misura di Matheus regala alla Folgore ben due set-point (22-24), annullati da un muro di D’Amico e poi da Vinci (24-24). Ace di Schena per la prima palla set Martina cancellata alla perfezione da Deserio con un primo tempo all’incrocio delle righe (25-25). Deserio sbarra la strada a Vinci (25-26), la Folgore non chiude e tocca a Ferenciac con un block-out riportare il setin parità (27-27). Sartirani vince il duello personale con Schena (27-28), Deserio lascia il campo a Miccio che va dai 9 metri, ma il punto è di Matheus (28-28). L’opposto pugliese affonda ma Epifani vanifica tutto sbagliando il servizio (29-29), ancora Matheus porta avanti Martina, ma questa volta Schena va segno per il 31-29.

SECONDO SET

Borghetti apre i tentacoli su Vinci (0-2), Martina impatta (2-2), ma il primo tempo griffato Deserio e l’attacco out di Siena riportano la Folgore avanti (2-5). Matheus accorcia, ma Lugli risponde immediatamente, ed il coach pugliese ferma tutto sul 3-7. Borghetti inventa una traiettoria diagonale impossibile (4-8), Ferenciac difende su Vinci con Lugli a togliere la polvere dall’incrocio delle righe, quindi Epifani e Matheus non si intendono e la Folgore sale 5-11. Ferenciac ringhia a muro (5-12), D’Amico e Vinci non trovano le misure del campo, quindi Sartirani vince il duello con Vinci ed è monster block (6-16). Denza vola sul servizio di Epifani, Lugli va in bagher da Ferenciac, che non perdona da zona 2 (7-17). Sartirani giganteggia su Siena, Ferenciac trova l’ace sulla riga di fondo, Pacucci attacca in mezzo alla rete, e Sartirani trova il 3° muro nel parziale (saranno 7 complessivamente) alzando la saracinesca su Matheus (8-21). Borghetti finalizza due strepitose difese di Ferenciac, Deserio replica a Matheus (10-24), e poi Ferenciac chiude con un attacco lungolinea (11-25).

TERZO SET

Martina prova a farsi sentire trascinata da Schena e D’Amico (3-1), ma quando Lugli si accomoda dai 9 metri sono dolori per la ricezione pugliese. Borghetti inventa un lob dolcissimo a scavalcare il muro e poi va di giustezza sulla riga (3-5), i padroni di casa pareggiano con Vinci, quindi Matheus risponde a Deserio per il 6-6. Aprea e compagni provano ad accelerare e Martina va fuori giri: il nastro non aiuta Matheus, Ferenciac trova un block-out impossibile in controtempo, Deserio fa ace ed ancora Ferenciac diventa un incubo per i propri avversari (6-11). Lugli la piazza da seconda linea (6-12), i biancoverdi calano permettendo a Martina di rientrare (9-12). Sartirani sovrasta tutti, Lugli preferisce la precisione (10-14), Borghetti è devastante mentre i padroni di casa incassano un cartellino rosso per proteste (13-17). D’Amico mura Lugli (15-17), Borghetti e Ferenciac fanno il bello ed il cattivo con coach Cavalera costretto a fermare tutto sul 15-19. Il punto di Vinci è soltanto un’illusione: prende posto Deserio ai 9 metri e la Folgore piazza un break pesantissimo che conduce dritto alla conquista del parziale. Matheus non passa e chiude Ferenciac, Vinci non trova il campo, Sartirani trova un primo tempo e poi si leva sontuoso su Vinci, quindi la bordata out di Matheus vale il 16-25.

 

QUARTO SET

Folgore a mille, decisa a chiudere subito la pratica. Sartirani regale nei 3 metri, Matheus attacca in rete e Ferenciac scarica un tracciante dai 9 metri che cade esattamente sulla riga di fondo. Lugli è letale in parallela, Schena non trova le misure del pallonetto (1-5), Borghetti aziona il goniometro e poi chiude tutte le traiettorie a Matheus che non passa (2-7). Schena sbaglia dai 9 metri, Vinci in lungolinea non trova il campo, mentre l’ace di Deserio su Vinci manda la Folgore sul +6 (4-10). Matheus ricuce (6-10), Ferenciac bombarda, quindi splendida combinazione aerea tra Aprea e Sartirani, con il primo tempo del centrale biancoverde puntualmente a segno (7-13). Schena non molla, tap-in di Borghetti a botta sicura, che poi si ripete finalizzando un lunghissimo scambio con una parallela micidiale (10-15). Ace di Lugli su Mancini, sassata devastante di Borghetti (11-18), Ferenciac piazza il mirino (14-19), ma i pugliesi ribattono colpo su colpo e in un attimo si rifanno sotto a -2 (17-19). Epifani regala dai 9 metri, Sartirani piazza il 17-21 con autorità, ma Semeraro e Matheus restano incollati con le unghie alla partita (19-21). Martina regala troppo al servizio, Lugli fa un buco sul parquet, Matheus sbaglia dai 9 metri ed è match point (21-24). Entrano Miccio e L. Esposito per Lugli e Aprea: serve il palleggiatore biancoverde ma viene ravvisata un’invasione a muro con Martina che si salva (22-24). Al secondo tentativo Deserio va a segno nei 3 metri, trovando il 13° punto personale per una vittoria preziosissima per mettere in cassaforte il primo posto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »