Elezioni 2020, si muove qualcosa ad Amalfi e Positano: tra conferme e novità

Si inizia a muovere qualcosa per quanto riguarda le prossime elezioni che vedranno protagoniste in Costiera Amalfitana anche Amalfi e Positano.

I due importanti Comuni della Divina andranno al voto: ricordiamo non si ha ancora una data ufficiale, sicuramente una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno nei comuni con scadenza naturale del mandato degli organi eletti nel 2015 ed in quelli alle elezioni anticipate perché commissariati o per altri motivi.

Nelle scorse settimane si era parlato tanto del fatto che non vi fossero movimenti particolari ad Amalfi e Positano, stranamente, visto che ci troviamo ormai a metà febbraio. Qualcosa, però, sta cominciando a muoversi.

In linea di massima, ad Amalfi, come prevedibile, Daniele Milano è confermato come candidato sindaco uscente, mentre si prospetta un possibile ritorno dell’ex sindaco Antonio De Luca. Ancora c’è da fare la quadra della situazione che sembra essere ancora in fase embrionale. Ad ottobre era stata ufficializzata la nascita del “Comitato promotore Amalfi 2020″, una coalizione formata da diversi cittadini del posto e alcune figure di spicco della politica amalfitana, tra cui figuravano i nomi di Alfonso Del Pizzo e appunto Antonio De Luca.

A Positano, invece, salgono le quotazioni di Giuseppe Guida, attuale assessore al bilancio; così come Lorenzo Cinque, che dovrebbe essere in lista con Romolo Ercolino, il quale ci aveva anticipato la nascita del gruppo a fine gennaio.

Rimane l’incognita Francesco Fusco: quest’ultimo potrebbe metter su una terza lista. Domenico Marrone, nonostante le ultime uscite pubbliche sulla vicenda, pare ormai certo non intenda candidarsi. Sia Giuseppe Guida che Antonio Palumbo hanno sempre affermato che la scelta del candidato sindaco debba essere unitaria.

Il sindaco De Lucia, alcuni giorni fa, ci ha confermato quanto segue: “Quello che posso dire è che, come vi avevo già anticipato, L’alba della libertà si presenterà di nuovo per governare questo paese, dopo dieci anni di buon governo. Tante cose le abbiamo già realizzate, altre le stiamo per ultimare”.

Commenti

Translate »