Cardiologia, interventi chirurgici spostati da Napoli a Salerno. La convenzione che fa discutere

Una convenzione che ha scatenato diverse polemiche. Stiamo parlando dell’accordo sancito dalla delibera 35 del 21 gennaio 2020, la quale è entrata in vigore il primo febbraio scorso, che prevede una convenzione tra l’Asl Napoli 1 centro e l’Azienda ospedaliera Ruggi D’Aragona di Salerno per le consulenze cardiochirurgiche per pazienti ricoverati nella Cardiologia- Utic dell’Ospedale del Mare”. La delibera è firmata dal commissario regionale Vincenzo d’Amato e il manager Ciro Verdoliva.

Da come si legge nella delibera, per quanto riguarda le consulenze, nel caso di una visita del cardiochirurgo, il professionista dovrà arrivare da Salerno a Napoli, escludendo difatti al possibilità di poter coinvolgere professionisti di Napoli città. Oltretutto, se fosse necessario intervento cardiochirurgico, il paziente dovrebbe essere trasferito a Salerno, per intervento al Ruggi D’Aragona.

Queste le parole di Valeria Ciarambino, presidente della commissione Trasparenza regionale per il M5S: “De Luca dovrebbe rispondere non solo a me ma ai cittadini. Dovrebbe spiegare il senso di una convenzione tra due ospedali così distanti, in una provincia diversa, quando sul territorio ce ne sono altre a un tiro di schioppo. Non sembra un caso che, dopo avere creato un reparto doppione ad hoc per piazzare Coscioni come primario, adesso si adoperi anche per procurargli i pazienti. In questo modo si dimostrebbe che il consigliere ha un’intensa attività chirurgica, tale da giustificarne la nomina a primario?”. Difatti, secondo Ciarambino, non sarebbe un caso che le consulenze e gli interventi eventuali vengano affidati a Coscioni, consigliere del presidente De Luca.

Queste le parole, invece, di Carmine Cavaliere presidente per la Tutela dei diritti del malato: “Un’altra situazione scandalosa che si ripercuote sui pazienti e sulle loro famiglie, sballottolate da Napoli a Salerno. Chiediamo che si blocchi la delibera e si faccia chiarezza su un atto scellerato”.

Commenti

Translate »