Statale amalfitana: lavori non ancora terminati, che fine fanno? Il punto di Gaspare Apicella

Minori, Costiera amalfitana . E stata, finalmente, riaperta la statale , per cui i disagi di quanti, pendolari e turistri, devono fare il percorso Salerno-Amalfi e viceversa, sono quasi terminati, serie di semafori a parte.
Ma noi siamo ancora a gennaio per cui non è detto che ci potrà essere assenza di perturbazioni atmosferiche. E allora?
Allora bisogna preoccuparsi di tutte quelle macere (‘ e macerine) che lungo la 163 amalfitana e la provinciale Chiunzi sono ancora aperte ed appese. Basta una pioggia un pò più insistente, come le ultime, e se ne vedranno certamente delle belle.
Alla grande colata di massi e terra di Capo d’orso e Cetara si è provvedutio e rimediato lavorando alacremente con la risoluzione n ota, grazie agli addetti ai lavori.
Ma ai tratti segnalati con semaforo chi lavora? Non pensiamo che sono ferite del terreno che si rimarginanop da so,le: c’è bisogno , e subito, dell’intervento umano e meccanico
C’è uno smottamento alla via Torricella tra Makori e Minori per il quale è nata una sorta di diatriba tra pubblico e privato su chi deve intervenire. Non pensiamo sia giusto e corretto. Ed è pericoloso, e molto, camminare anche a piedi.

Commenti

Translate »