Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Pallavolo. Folgore Massa inarrestabile: ottava vittoria consecutiva, stavolta sul campo del Pozzuoli

Sale a quota otto la striscia di vittorie consecutive targate Folgore Massa, che nonostante qualche calo di tensione all’interno dei singoli set, riesce sempre a ricompattarsi nei momenti cruciali per conquistare l’intera posta in palio sul campo di Pozzuoli. Una vittoria fondamentale in ottica fase nazionale di Coppa Italia, e preziosissima poichè il PalaErrico era un impianto rimasto ancora inviolato con gli uomini di coach Cirillo reduci da 3 vittorie in altrettante gare davanti al proprio pubblico.

In doppia cifra Leonardo Lugli, autore di 17 punti, quindi Paul Ferenciac (14, devastante dai 9 metri con ben 6 ace) e Borghetti (10). Grande intensità a muro con Deserio che vince il duello personale con Sartirani (5-3).

A due giornate dal giro di boa, il roster costiero occupa il terzo gradino del podio a pari merito con Marigliano, a 2 punti dalla capolista Galatina che riposerà nel prossimo week.end.

Nicola Esposito parte con capitan Aprea in diagonale con Lugli, Ferenciac e Borghetti in banda, Sartirani e Deserio centrali, Denza libero. I flegrei rispondono con Coppola/Saggiomo, Giordano/Palumbo, Saccone/Cesario, Vacchiano libero

PRIMO SET. Partenza subito forte con Ferenciac che trova il block-out dopo una gran ricezione, poi ace con l’aiuto del nastro che smorza la palla nei 3 metri, e quindi palleggio per l’affondo da urlo targato Lugli (0-3). Borghetti piazza un lob dolcissimo dietro al muro, Lugli finta la bomba e poi va segno di precisione, quindi l’attacco out di Cesario vale il 4-7. Lugli bombarda da seconda linea, Ferenciac raccoglie il suggerimento di Deserio passando sopra il muro flegreo, quindi il monster block di Sartirani su Palumbo costringe il coach di casa a chiedere la sospensione tecnica sul 6-11. Sartirani inventa un primo tempo vincente, Borghetti non fa sconti, quindi il tracciante di Lugli in parallela esterna sulla magia no look di Aprea spedisce la Folgore sull’11-15. Sembra fatta, ma nel miglior momento costiero sale in cattedra Giordano e poi il servizio vincente di Coppola riporta la contesa in parità con coach Esposito a fermare tutto sul 15-15. Deserio regale a muro, ma qualche imprecisione di troppo in ricezione permette a Pozzuoli di mettere la freccia sul 19-17, e di conseguenza il mister biancoverde corre ai ripari cambiando la diagonale palleggiatore/opposto: dentro Miccio e Grimaldi per Aprea e Lugli. Deserio dice di no a Palumbo, Miccio va dietro per la bomba centrale di Sartirani, mentre Palumbo mantiene i flegrei avanti (21-19). Rientra prima Lugli e poi Aprea, la Folgore pigia forte il piede sull’acceleratore e non ce n’è per nessuno. Lugli passa in mezzo al muro scomposto, Sartirani mette le mani in faccia a Palumbo per la parità (21-21), quindi Deserio vince lo scontro diretto sotto rete con Giordano ed il sorpasso è compiuto (22-23). Ferenciac ci crede e scivola in tuffo a salvare il servizio puteolano sporcato dal nastro: chiude Borghetti per il set-point. L’attacco di Saggiomo è out, con il primo set a tingersi di biancoverde.

SECONDO SET. L’equilibrio è rotto dal turno di Ferenciac dai 9 metri: 3 ace consecutivi e Folgore sul 2-5. Borghetti va a segno da 4 sfondando il muro a 2 flegreo, Pozzuoli ricuce, quindi l’ace di Lugli riporta i costieri sul +2 (7-9). Ferenciac premia la gran difesa di Denza, Sartirani alza la saracinesca su Saccone, quindi Lugli va a segno su una palla sporcata dal net (10-14). Ferenciac trova la pipe vincente e poi si ripete dai 9 metri (11-17), Sartirani di prepotenza, quindi due muri di fila griffati Borghetti e Aprea su Cesario e Giordano permettono di porre una seria ipoteca sul parziale (13-21). Entra Esposito per Ferenciac e va subito a segno, Lugli buca il muro approssimativo di Cesario e Palumbo ed è set-point (15-24). La Folgore si adagia sul vantaggio, perde un attimo la bussola, ma poi si aggiudica il parziale sull’errore di Graziosi dai 9 metri (21-25).

TERZO SET. Saggiomo e Giordano regalano gratuiti di troppo, Ferenciac trova il mani out sulla gran palla di capitan Aprea in 4 (1-4), Lugli non dà tregua a Vacchiano (3-5), ma Pozzuoli non ha alcuna intenzione di mollare e resta aggrappato alla partita (6-6). Sartirani risponde a Saggiomo, Borghetti è chirurgico (8-8), ma Saggiomo e qualche infrazione fischiata al roster costiero mandano Pozzuoli sul 12-8. Gl uomini di coach Esposito non accusano il colpo, ma con pazienza riordinano le idee per piazzare l’assalto definitivo. Lugli cerca e trova il block-out, Deserio fa la voce grossa su Saggiomo, Ferenciac chiude sull’ennesima difesa da urlo di un Borghetti sontuoso, e poi completa lo show per il colpo della parità (13-13). I flegrei fermano tutto, ma alla ripresa delle ostilità è monster block di Ferenciac su Palumbo per il sorpasso biancoverde (13-14). È il momento della svolta: la Folgore aumenta l’intensità del muro-difesa e non c’e più storia: Aprea va da Lugli, Deserio sbarra la strada a Saggiomo, poi Ferenciac trova il sesto ace personale (14-18). Borghetti è letale in lungolinea, quindi va a segno da posto 4 (17-21). Pozzuoli è in confusione, sbaglia a ripetizione dai 9 metri ed il siluro di Lugli buca il parquet in 6 (21-24). Il punto esclamativo sul match lo mette Borghetti, con un colpo diagonale strettissimo: 22-25 e 3 punti in cascina.

PAUL FERENCIAC (schiacciatore): “Sapevamo che sarebbe stata una partita importante, e nonostante Pozzuoli presentasse alcune defezioni, siamo stati bravi a non sottovalutare l’impegno portando a casa 3 punti preziosissimi. È mancata un po’ di lucidità nel corso dei singoli set, ma con forza mentale ci siamo ricompattati per poi chiudere la contesa in 3 set. Contento per i 6 ace, ma soprattutto per l’unico muro che ha avuto un peso specifico considerevole. Non ne faccio tantissimi, per cui mi fa piacere aver dato un contributo importante alla squadra nella fase cruciale del terzo set. Incredibile vedere tanti tifosi al seguito anche in trasferta: ti danno quella carica in più per affrontare ogni singola gara”

FABRIZIO RUGGIERO (direttore sportivo): “Di buono c’è il risultato, ma la prestazione non è stata incoraggiante come mi aspettavo. Probabilmente le assenze nel roster flegreo hanno fatto sì che allentassimo un poco la tensione, ed il gioco sul parquet ne ha risentito. Tra le note positive c’è senz’altro che la squadra qui a Pozzuoli, così come in altre circostanze, si è affidata alle qualità dei singoli per risalire la china nei momenti più complicati dei 3 parziali. Tuttavia sono convinto che se avessimo mantenuto costante l’intensità, avremmo potuto chiudere prima e meglio il match. Il pubblico resta sempre il nostro valore aggiunto: portare più di 50 persone in trasferta, tante famiglie, non è da tutti nel mondo del volley. Sabato ci aspetta una battaglia durissima contro Atripalda: la società irpina ha acquistato a gennaio uno tra gli opposti più forti della Serie B, reduce dal campionato vinto nella scorsa stagione a Sabaudia, e dovremo essere attenti e concentrati per far risultato pieno”

RIONE TERRA POZZUOLI – SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA 0-3 (23-25, 21-25, 22-25)

SHEDIPHARMA FOLGORE MASSA: Aprea 1, Lugli 17, Ferenciac 14, Borghetti 10, Sartirani 7, Deserio 6, Denza (L). Cambi: Miccio, Grimaldi, L. Esposito 1. N.e.: Della Mura, Pontecorvo. All: N. Esposito

Ace: 7. Battute Sbagliate: 7. Muri: 11. Errori: 24.

Giovanni Minieri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »