Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le Rubriche di Positano News - CulturaNews di Maurizio Vitiello

Napoli. Circolo Ufficiali della Marina Militare. MARATONA in MUSICA NO STOP su Mozart e Beethoven. foto

Più informazioni su

Segnalazione di Maurizio Vitiello – 25 e 26 GENNAIO 2020 – MARATONA in MUSICA NO STOP su Mozart e Beethoven al Circolo Ufficiali della Marina Militare di Napoli

Il 25 gennaio, dalle 16 alle 22, e il 26 gennaio 2020, dalle 10 alle 20, al CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA MILITARE NAPOLI, via Cesario Console 3, parte il “Napoli MOZART & BEETHOVEN 2 days” 2020 – la maratona NO STOP di incontri in musica, nata da un’idea di Antonino Calderone presidente e direttore artistico dell’associazione Mozart Italia di Napoli.
La kermesse nasce in onore di Mozart e di Beethoven di cui quest’anno ricorrono i 250 anni dalla nascita.
Quella di quest’anno è l’evoluzione del “Napoli Mozart 2 days – Happy Birthday to Mozart” ormai giunto alla sua quarta edizione, che ha visto in nelle edizioni precedenti la partecipazione di un foltissimo e partecipativo pubblico durante tutto l’arco dei due giorni.
La prima edizione dedicata all’anniversario della nascita di Mozart, curata sempre da Calderone per l’associazione Mozart Italia di Napoli, è stata segnata dalla presenza di “Roberto De Simone che compose per l’occasione il Concerto Spettacolo “261 ma non li dimostra” per soli e orchestra, che generò un enorme successo di pubblico e di critica.
La maratona anche quest’anno prevede la partecipazione di moltissimi musicisti, provenienti da varie regioni d’Italia, solisti e in formazioni cameristiche, che si alterneranno in performances strumentali e canore incentrate su brani di Mozart, Beethoven, e di loro contemporanei campani, austriaci e tedeschi tra cui Carulli, Cimarosa, Giordani, Haydn, Gluck, von Weber, J. A. André.
Previsto anche uno spazio-conferenza con Enzo Amato sul “Concerto per Napoli”, nel 1968 dal musicologo fiorentino Mario Fabbri attribuito nientemeno al giovane Mozart durante il suo soggiorno napoletano, brano probabilmente composto per Ferdinando IV, che, però, mai lo suonò, forse, perché a quel tempo Napoli, capitale europea della cultura, disdegnò, non comprendendolo, il giovane genio salisburghese.

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti a sedere.

APPROFONDIMENTI:

25 e 26 gennaio 2020
CIRCOLO UFFICIALI DELLA MARINA MILITARE NAPOLI, via Cesario Console 3

“Napoli MOZART & BEETHOVEN 2 days” 2020 – maratona di incontri in musica in onore di Mozart e di Beethoven

Nel 2020, ricorrendo il 250° anno dalla nascita di Ludwig van Beethoven (Bonn 1770 – Vienna 1827),
Il “Napoli Mozart 2 Days” è una kermesse nata per festeggiare l’anniversario della nascita Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo 27 gennaio 1756 – Vienna 5 dicembre 1791), da un’idea di Antonino Calderone, Presidente e direttore Artistico dell’Associazione Mozart Italia di Napoli.
Quest’anno giunge alla sua IV Edizione, e sarà arricchita da un “OMAGGIO A BEETHOVEN” in occasione del 250° anniversario della sua nascita per cui si lascerà uno spazio consistente e speciale alla figura del compositore tedesco e all’incontro – confronto tra capolavori dei di due geni che hanno fortemente influenzato non solo il percorso della storia della musica e dell’opera, ma anche l’immaginario collettivo legato al mondo della musica e degli artisti nonché al mondo del cinema – ci viene naturale pensare a film cult come Amadeus, Arancia meccanica, Fantasia di Walt Disney del 1940, Fantasia 2000.
E tante pagine sono state scritte sull’influenza che Mozart avrebbe avuto su Beethoven nell’ambito dell’estetica formale – compositiva delle opere del “primo” e del “secondo periodo”.

Nasce così il “Napoli MOZART & BEETHOVEN 2 days 2020” che vedrà la presenza di tanti musicisti, strumentisti e cantanti professionisti, in formazione cameristica e da solisti, che suoneranno e si avvicenderanno sul palco del Circolo Ufficiali Marina Militare di Napoli, via Cesario Console 3 in un’atmosfera informale dove non vi sono restringimenti di sorta.
Come da consuetudine delle precedenti kermesse, è previsto anche uno spazio – conferenza su qualcosa di inedito o su cui si intende rilanciare l’interesse e l’attenzione, che stavolta consisterà essenzialmente in una conversazione con Enzo Amato (Istituto Internazionale per lo Studio del ‘700 Musicale Napoletano) attorno ad uno spartito attribuibile al giovane Mozart molto probabilmente scritto a Napoli nel 1770: il controverso e ad oggi poco fortunato “CONCERTO PER NAPOLI” composto per 2 lire e compagine orchestrale, dedicato e pensato per Ferdinando IV, che mai però lo suono’ così come mai ricevette i Mozart alla corte di Napoli.
L’apertura ai diversi generi musicali nel nome di Mozart, il musicista più celebre e più ever green di tutti i tempi, e in alcuni casi anche alla fusione di essi, ha siglato un certo fil rouge nel segno della contaminazione lungo l’arco delle precedenti manifestazioni del Napoli Mozart 2 Days, richiamando, oltre che musicisti classici anche alcuni artisti dediti al genere crossover, jazz, funky. Impossibile menzionali tutti, tra musicisti, musicologi e studiosi, i quali hanno certamente reso vivo questo appuntamento molto amato e molto atteso a Napoli dagli appassionati della classica e non soltanto.
Il primo Happy Birthday to Mozart fu inaugurato il 27 gennaio del 2017 da Roberto De Simone, che per l’occasione compose appositamente un Concerto Spettacolo dal titolo “261 ma non li dimostra” che quell’anno vide anche la co partecipazione del Conservatorio San Pietro a Majella e della sua orchestra che si affiancò ai solisti dell’AMI Napoli e gli attori da essa ingaggiati.
La partecipazione fu corposissima: 70 tra artisti e addetti ai lavori in scena, e circa 1000 persone in sala Scarlatti oltre le moltissime fuori dalle vetrate impossibilitate ad entrare e rimaste in piedi sino alla fine a sfidare il freddo di fine gennaio; molte le standing ovation per il Maestro De Simone anch’egli in scena, impegnato in una lezione che attraversava tutto il corso dello spettacolo adempiendo alla funzione – obbiettivo primario dell’AMI NAPOLI, ovvero il contribuire ad illuminare i giovani e chi non lo è più sulla bellezza e i benefici della musica classica, invitandoli a cimentarvisi a tutte le età.
Da allora la manifestazione gode di ottima salute.
Unico forte rammarico non trascurabile: tanti patrocini morali istituzionali ma pochissimi sponsor e tanta tanta fatica e determinazione da parte di organizzatori.
Un grazie speciale va anche alla Presidenza del Circolo Ufficiali della Marina Militare di Napoli che ha reso possibile la collocazione della maratona no stop in un luogo molto bello, centrale e amato dai napoletani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.