Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Costiera Amalfitana. L’alternativa alle gallerie c’è ed è la ZTL e un’ordinanza sub judice

Costiera Amalfitana. L’alternativa alle gallerie c’è ed è la ZTL e un’ordinanza sub juice. In tutto questo bailamme ci si dimentica che l’alternativa alle gallerie in Costa d’Amalfi, che aumenterebbero addirittura il traffico secondo alcuni esperti, oltre a essere un potenziale rischio in uno dei territori più fragili e delicati del mondo,  c’è. Con una petizione da 10 mila firme si è chiesto di non far circolare i grandi bus turistici e di predisporre la zona a traffico limitato in Costiera amalfitana che, non dimentichiamolo, è Riconosciuta DALL’UNESCO Patrimonio dell’umanità. Ora il primo passo c’è stato con un’ordinanza, sicuramente perfettibile, Dell’ANAS e Prefetto Salerno, sub Judice, visto che c’è ricorso al Tar Campania che si discute in questi giorni. Fra due mesi con frane ancora fresche vedremo bus e caos e parliamo di gallerie. Ma di che morte vogliamo morire? Michele Cinque

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beta

    La limitazione antitraffico prevista dall’Ordinanza e la ztl con varchi di accesso controllati (Colli di Fontanelle – Agerola – Valico di Chiunzi – Vietri), non rappresentano necessariamente un’alternativa da contrapporre ai tunnel.
    Dovrebbero considerarsi piuttosto tutte quante insieme, delle misure atte a risolvere definitivamente il problema della circolazione, della sicurezza della strada e degli edifici e della salute pubblica ma soprattutto, sono condizione necessaria per il ritorno ad un turismo di qualità.
    Al netto della malsana idea del collegamento Cava-Maiori, assolutamente da scartare, benvengano gli altri brevi tunnel, se possono risultare utili a liberare, alcuni dei borghi costieri, dal molesto attraversamento dei veicoli, seppur limitati nel numero, da ordinanze o varchi!
    Basta pensare a Praiano, preda della morsa del traffico anche in bassa stagione o il lungomare di Amalfi, ormai diventato peggio di un crocevia ferroviario!
    Resta da verificare però se tutti i tunnel finanziati, siano proprio tutti utili!
    Visionare seriamente i progetti, per valutare se realmente siano accettabili esteticamente e realizzabili a costi accettabili per la sicurezza del territorio…