Quantcast

40 anni fa “…è caduta una stella!”: Peppino De Filippo

L’anniversario della morte di De Filippo, che ricade il 27 Gennaio, porta alla memoria la storia vera e propria del teatro e della commedia. In una società in cui la commedia stessa non ha più un livello culturale di spessore, è necessario ricordare la sua grande opera. Un impegno dedito nel trattare, anche un genere che potrebbe sembrare leggero, come una qualsiasi tragedia, con una trama, una morale ed un insegnamento.

Parte di una delle più celebri coppie comiche della televisione italiana insieme a Totò, ha dato vita ad alcune delle scene più indimenticabili del cinema italiano che, ancora oggi, sono nel cuore di tutti, in particolare dei napoletani. Due personaggi della scena italiana, contraddistinti dalla capacità di uscire fuori dai limiti, creano un proprio linguaggio e si lasciano trasportare dalla voglia di comicità, al punto di lasciarsi andare spesso all’improvvisazione, distaccandosi dal copione.

Il suo ruolo di “spalla” allarga dunque i suoi orizzonti, dal teatro al cinema, lasciando un’impronta nella storia italiana della comicità su diversi fronti, come attore, comico e commediografo.

Un artista va ricordato e identificato con la sua opera, per questo va sottolineato che, così come si legge dal titolo di uno dei suoi successi, il 27 Gennaio 1980, “.. è caduta una stella”

Commenti

Translate »