Vico Equense, bombe e traffico di droga: arrivano una decina di telecamere di videosorveglianza

Il Comune di Vico Equense si attiva dopo le vicende sul territorio. Stiamo parlando non solo del traffico di stupefacenti contro il quale le Forze dell’Ordine sono sempre in lotta, ma anche la vicenda legata alla faida che ha visto alcuni ordigni esplosivi utilizzati sul territorio.

La polizia locale, come sappiamo, dispone già di una centrale di videosorveglianza, attraverso la quale viene monitorato buona parte del territorio comunale, per finalità di sicurezza urbana, controllo del traffico e quale strumento per le attività di contrasto e repressione dei reati contro il patrimonio pubblico e privato, che
possono essere perpetrati sul territorio comunale.

Questi evidenti risultati raggiunti in questi anni, hanno evidenziato l’importanza di un sistema di telecontrollo del territorio anche e soprattutto quale deterrente nei confronti di eventuali malintenzionati che possono arrecare, con il loro comportamento danni al patrimonio pubblico e privato, nonché attentare alla
sicurezza della comunità locale.

Come sappiamo, la moderna tecnologia legata alla sicurezza del territorio mette a disposizione apparecchiature sempre più evolute, nell’ottica di migliorare le performance del sistema in termini di efficienza ed efficacia. Ecco perché il Comune ha deciso di effettuare l’acquisto di 12 telecamere di videosorveglianza per un totale di circa 5300 euro.

Commenti

Translate »