Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Dai Turchi agli Arabi il Capri Palace sarà gestito dal Jumeirah Group. Interessi anche in Costa d’ Amalfi

Capri ( Napoli ) . Dai turchi agli arabi. Sarà Jumeirah Group, la compagnia alberghiera di lusso membro di Dubai Holding, a gestire dal 2020 lo storico hotel Capri Palace & Spa di Anacapri, che fu fondato dalla famiglia Cacace. Confermate in pieno le indiscrezioni degli ultimi mesi. La bellissima proprietà alberghiera, che gode di una posizione idilliaca ad Anacapri, dal prossimo anno “parlerà” arabo passando di mano dai turchi del Dogus Group, facente capo al milionario Ferit Sahenk, alla Dubai Holding controllata dallo sceicco Mohamed bin Rashid Al Maktoum. Cambia la proprietà, ma resta confermato il direttore generale.
José Silva, amministratore delegato di Jumeirah Group, ha commentato: “Siamo orgogliosi ed entusiasti di dare il benvenuto al Capri Palace nel portfolio Jumeirah. È uno degli hotel più riconosciuti e rispettati d’Europa, con una reputazione internazionale. Siamo lieti di annunciare che l’attuale direttore generale dell’hotel, Ermanno Zanini, continuerà nel suo ruolo, assumendosi ulteriori responsabilità in qualità di vicepresidente regionale per l’Italia e la Spagna per il gruppo Jumeirah. Capri Palace Jumeirah incarna i valori del nostro marchio nel fornire un servizio eccellente, esperienze culinarie senza rivali e design stimolante, e si unisce alla nostra attuale collezione di proprietà europee a Londra, Maiorca e Francoforte”.
Jumeirah gestisce attualmente sei hotel in Europa, numerose strutture in Medio Oriente, hotel in Cina e alle Maldive con ulteriori proprietà pianificate per il 2020 in Indonesia e Oman.
Stando a voci di corridoio ci sarebbero interessi anche in Costa d’ Amalfi , forse a Praiano.

Capri Palace

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »