Quantcast

Cava de’ Tirreni. Molestano tre ragazze, comitiva rischia linciaggio

Cava de’ Tirreni. Molestano tre ragazze, comitiva rischia linciaggio

Arrivano in città per trascorrere la serata, ma una volta in Piazza Abbro notano tre ragazze e si lasciano andare a complimenti troppo spinti. I tre giovani di Sant’Antonio Abate per sfuggire ad un vero e proprio linciaggio da parte della comitiva di cavese, intervenuti a difesa delle signorine, sono saliti in auto e nella fuga hanno tamponato due vetture, provocando danni e lesioni agli occupanti. È accaduto nella notte tra sabato e domenica. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della tenenza locale, diretti dal tenente Vincenzo Pessolano.
LA DINAMICA
Secondo la ricostruzione, fornita dai militari, non si è trattata di una rissa così come era sembrato nelle prime ore della mattinata. A quanto si apprende i fatti si sarebbero registrata nella sera di sabato quando in città sono giunti tre giovani di Sant’Antonio Abate. I ragazzi volevano trascorrere una serata diversa tra le attrattive della città metelliana. Si sono fermati in Piazza Abbro, punto di ritrovo di numerose comitive. I tre hanno notato tre ragazze cavese che erano sedute sui gradini della scacchiera. Hanno iniziato a rivolgere nei loro confronti dei complimenti, ma poi questi apprezzamenti sono diventati sempre più spinti tanto da infastidirle. A questo punto a difesa delle ragazze sono intervenuti alcuni ragazzi cavesi. I giovani di Sant’Antonio Abate per sfuggire ad un vero e proprio linciaggio sono scappati. I tre avrebbero riferito ai carabinieri di essere stati aggrediti anche se, al momento, non ci sono elementi che provano l’aggressione. Nella fuga, a bordo di un Audi, hanno tamponato altre due auto, causando danni e lesioni agli occupati. I militari sono intervenuti prontamente. I tre ragazzi napoletani sono stati denunciati per lesioni e violenza privata.
I PUNTI OSCURI
Ma le indagini non possono dirsi concluse. I carabinieri devono ancora chiarire alcuni punti della vicenda. A quanto pare nel corso della loro fuga, i tre avrebbero investito anche una persona. Un particolare che, però, deve essere ancora accertato e confermato. Per ricostruire l’esatta dinamica, i militari hanno sequestrato i filmati delle telecamere, in funzione in Piazza Abbro, dove i ragazzi avrebbero infastidito le ragazze, e nelle altre zone dove hanno transitato per sfuggire al linciaggio. Si tratta, in ogni caso, di un episodio di violenza che poteva conseguenza anche peggiori. Bisogna anche identificare le vittime e quanti le hanno difese aggredendo i tre della provincia di Napoli.

Simona Chiariello , IL Mattino

Commenti

Translate »