Ravello. Villa Rufolo, esclusiva memoria difensiva di Secondo Amalfitano

Abbiamo riletto più volte la memoria difensiva del direttore Amalfitano (che potete leggere cliccando qui Memoria Secondo Amalfitano) perché non riusciamo proprio a comprendere come sia possibile di fronte a queste argomentazioni insistere con un provvedimento così grave è pesante che di colpo demolisce anni e anni di impegno e di risultati unanimemente riconosciuti, di un professionista ed un lavoratore. Abbiamo visto e letto numerosi attestati di stima nei confronti di Amalfitano da parte di personalità che non rischierebbero mai la propria immagine se non fossero arcisicuri dell’operato di uno dei personaggi più famosi e noti della Costa d’Amalfi, e a nostro parere la memoria difensiva conferma che hanno ragione loro a difendere il direttore Amalfitano. Abbiamo pensato di rendere pubblica la memoria difensiva perché lo stupore e la meraviglia non possono essere solo nostri. Finanche l’ex Commissario della Fondazione, nonché l’ex Capo Dipartimento della Funzione Pubblica e degli Affari Regionali, attuale Presidente dell’ARAN l’Agenzia per la rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni, che – oltre a curare le attività di studio, monitoraggio e documentazione necessaria all’esercizio della contrattazione collettiva – assiste le pubbliche amministrazioni per l’uniforme applicazione dei contratti collettivi di lavoro e, su richiesta dei comitati di settore può costituire delegazioni per soddisfare le specifiche esigenze delle amministrazioni pubbliche; come dire uno dei massimi esperti di lavoro pubblico e contratti di lavoro che è il Consigliere Antonio Naddeo, ha ritenuto di scrivere sul suo profilo Twitter: “Solidarietà a @samalfitano che ha sempre operato per il bene di #Ravello e di #villarufolo. Un grande professionista”. Vogliamo che anche i nostri lettori possano farsi una loro idea su questa vicenda che di sicuro ci riserverà altre sorprese.

 

Commenti

Translate »